ComunicatiPrima pagina

Gestione dei rifiuti e servizio di igiene urbana: lettera aperta ai Sindaci di (ARO FG4)

Lettera aperta ai Sindaci di (ARO FG4) San Severo, Torremaggiore, Apricena, San Paolo, Lesina, Poggio Imperiale, Chieuti, Serracapriola.

“Signori Sindaci,

a noi non interessa il colore politico delle vostre amministrazioni ma piuttosto segnalare con fermezza un problema che è diventato ormai improrogabile: la corretta gestione dei rifiuti e il servizio di igiene urbana.

In virtù dello spirito della legge regionale che ha istituito gli ambiti territoriali di raccolta e di smaltimento per creare filiere corte nella gestione dei rifiuti urbani e chiudere il loro circolo all’interno delle realtà che li hanno prodotti, siamo qui per sollecitare un maggiore e fattivo spirito di collaborazione e cooperazione, ora latente o contraddittorio, così come  le norme della Regione Puglia in materia.

Siamo qui costruttivamente per proporre una visione nuova, di svolta nella raccolta e nel conferimento dei rifiuti urbani prevedendo un gestore comune a livello comprensoriale e impianti pubblici funzionali, dimensionati e a norma per il loro smaltimento.

Si potrebbe così ottenere un triplice concreto obiettivo: ridurre, per quanto possibile, gli impatti ambientali, i costi di gestione per i Comuni e, di conseguenza, la pesante tassazione per i cittadini.

Senza dilungarci, in questa sede, sui tanti aspetti che la materia riveste, proponiamo p.es. un impianto per lo smaltimento e trasformazione della frazione organica dei rifiuti (circa 40%) realizzato e gestito dai Comuni del comprensorio armonizzato con le previsioni regionali. Per i dati tecnici e per proposte più approfondite si rimanda al dossier realizzato con altre associazioni e movimenti politici (Osservatorio per la tutela del territorio…) contrario all’impianto privato di San Severo, pubblicato recentemente dagli organi di informazione.

Naturalmente la Regione avrebbe un ruolo di garante fondamentale sia in termini di programmazione che di investimenti, tra l’altro già previsti. Tuttavia, mentre noi affrontiamo questo argomento con una visione lungimirante, nelle sedi istituzionali – vedi Provincia di Foggia- si danno inopportunamente pareri favorevoli alla costruzione di un impianto privato ad alto impatto ambientale nell’agro di San Severo (ex Safab) per lo smaltimento di spropositati 60 mila tonnellate annui di rifiuti organici.

Inutile sottolineare la nostra contrarietà per le tante ragioni ampiamente esposte in tante manifestazioni negli ultimi anni e recentemente. Noi ribadiamo la creazione di quella collaborazione intercomunale(ARO FG4) utile a gestire e chiudere in una filiera corta il ciclo dei rifiuti prodotti, per il bene delle comunità anche in termini di risparmio dei costi.”

 San Severo, 19.4.2021

verdisansevero@gmail.com

Altri articoli

Back to top button