ComunicatiPrima pagina

GLI ALUNNI DELL’I.C. “SACCO E VANZETTI” DI TORREMAGGIORE SCOPRONO I LORO MURALES

ALLA RISCOPERTA DI UN VIAGGIO COLORATO. 

Il sogno più bello è quello di un mondo pieno di luci e di colori, tanto da affascinare gli animi.
Accade che gli alunni della Scuola Media dell’I.C. “Sacco e Vanzetti” di Torremaggiore, sotto l’egida dell’insegnante Francesco ALFONZO, si attivino per realizzare, all’interno di alcune aule e nell’atrio scolastico, dei MURALES belli e colorati.
I disegni sono ricchi di simboli e ripercorrono la canzone “IL VIAGGIO” di Cesare Cremonini, come ha spiegato la professoressa Filomena ERCOLINO.
Il professore ALFONZO li ha seguiti passo passo, aiutandoli a materializzare delle creazioni che non si limitano ad un semplice arricchimento decorativo, ma richiamano valori, ideali, sogni e speranze.
Questa mattina, mercoledì 22 dicembre, alla presenza del Sindaco di Torremaggiore, Emilio DI PUMPO; della Direttrice del plesso scolastico, Pina AMETTA; di una delegazione di mamme in rappresentanza genitoriale e degli alunni stessi, si è celebrata l’inaugurazione con la benedizione di Don Francesco DE VITA, Parroco della Chiesa di Maria Santissima della Fontana.
Ed ecco che un antico comò diventa luogo di accoglienza di un Presepe originale, con i Re Magi ospitati in un cassetto aperto.
La mattinata ricca di emozioni, è stata impreziosita dalla presenza del Primo Cittadino di Torremaggiore.
Il Sindaco Emilio DI PUMPO, prima di inaugurare i murales situati nelle classi, ha interrogato con viva curiosità gli alunni, rapito anch’egli, al pari degli altri adulti presenti, dal significato dei simboli raffigurati.
È bastato il segno di un infinito per richiamare la ‘continuità’ di buoni propositi nella vita di ognuno.
Le nuove generazioni, se affiancate da genitori ed insegnanti scrupolosi, non possono deludere ed anzi, riescono a sbalordire sempre di più attraverso il loro impegno, nella speranza di poter incamminarci, tutti insieme, in un VIAGGIO…rammentando che:
“Non è importante dove, conta solamente andare/Comunque vada, per quanta strada ancora c’è da fare/Buon viaggio, che sia un’andata o un ritorno/Che sia una vita o solo un giorno/E siamo solo di passaggio” (C. Cremonini).

Altri articoli

Back to top button