Cronaca

I fedeli prima al Santuario di San Pio e poi furti all’area di servizio

“Dopo pellegrinaggio al Santuario di San Pio da Pietrelcina, fedeli commettono furti presso l’Area di Servizio “Le Saline Ovest”: individuati gli autori del reato.-

“E’ quanto emerso da intensa attività di Polizia Giudiziaria della SottoSezione Polizia Stradale di Foggia in merito a numerosi furti perpetrati presso l’area di servizio “Le Saline Ovest”, sita in A/14 ambito Comune di Cerignola (FG).-

Il giorno 11 dicembre dello scorso anno, verso le 11:30, su richiesta del personale dipendente dell’attività di ristoro della prefata area di servizio, gli Agenti della Polizia Stradale della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia intervenivano per numerosi ammanchi di merce esposta alla pubblica fede all’interno dello stesso esercizio commerciale. Forti sospetti ricadevano sui 90 passeggeri, ancora rintracciabili su due autobus, di cui uno in sosta per avaria del motore. Le persone, tutte originarie della Provincia di Siracusa, avevano precedentemente fatto tappa al Santuario di San Pio da Pietrelcina in San Giovanni Rotondo (FG), Monte Sant’Angelo e dovevano terminare il viaggio religioso presso la Basilica di San Nicola in Bari. Nelle more dei soccorsi meccanici, molti di questi “devoti”, “abbandonando la loro fede” hanno incominciato una vera e propria razzia di prodotti di ogni genere e sorta, tanto da destare fondati sospetti del personale in servizio ai locali bar .
Sul posto, la pattuglia presente, collaborata anche da altro personale della P.G., notava subito alcuni oggetti/prodotti abbandonati a terra all’esterno e all’interno dei locali bar, disseminati dai “fedeli” avveduti della presenza della Polizia.
Gli operatori procedevano così all’identificazione dei 90 passeggeri e dei 5 autisti ed iniziava una lunga ed attenta attività di Polizia Giudiziaria, terminata solo nei giorni scorsi. In particolare, dalla disamina delle immagini recuperate dalla telecamere della videosorveglianza, si otteneva l’identificazione certa di cinque persone, tra cui un minorenne, tutti indagati in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per furto aggravato.
Stravaganti le scene sottoposte all’attenzione degli investigatori, terminali di ripetuti atti furtivi poste in essere dai cinque indagati, di cui: 3 ultrasessantenni e un padre cinquantenne con al seguito il figlio (minore), tutti in competizione tra di loro. Gli

stessi ripetutamente entravano ed uscivano dall’esercizio commerciale arraffando ed accaparrandosi quanta più merce possibile.

Contestualmente all’evento criminoso innanzi riferito, nell’ambito di altra attività di indagine operata dall’Unità di Polizia Giudiziaria istituita in seno alla SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia, si segnala analogo episodio consumato nel mese di Dicembre del 2017 presso l’Area di Servizio “Gargano Est” dell’A/14, ambito del Comune di Foggia, ad opera di un intero nucleo familiare: padre e tre figli, di cui un ragazzo e due bambini.
Accadeva così che intorno alle ore 23:30 circa del 22/12/2017, si consumava il furto di numerosi pacchetti di sigarette ed accendini ad opera di due bambini di dieci anni circa e di un ragazzo minore degli anni 18. Il modus operandi era determinato dal papà che distraendo il barista, unico dipendente presente all’interno dei locali dell’esercizio commerciale in argomento, permetteva la consumazione del reato da parte dei propri figli, già perfettamente addestrati sia impossessarsi sia a nascondere la refurtiva.
Anche in questo caso, l’attività info-investigativa della Squadra di Polizia Giudiziaria, permetteva di identificare i quattro responsabili del delitto di furto aggravato, in concorso tra loro, e di segnalarli alle competenti AA.GG.

Altri articoli

Back to top button