In evidenza

I vertici di F.I. riconfermano la candidatura di Savino ed ammoniscono ad un uso improprio del simbolo da parte di “altri” forzisti

In vista del rinnovo del Consiglio comunale a San Severo con le elezioni amministrative del 24 e 25 maggio, continua il “caos calmo”, tanto a sinistra quanto a destra. Se nel centro sinistra tutto sembra essere più chiaro, al momento, considerando che la filosofia di pensiero ha portato una parte dello schieramento a scegliere la strada delle “primarie di coalizione”,

 

con l’altra coesa intorno al candidato sindaco, Francesco Miglio, nel centro destra i “mal di pancia” sono più acuti. “L’intolleranza gastrica”, in un’ampia fetta dello schieramento che si identifica a destra, si è avuta da quando i vertici di Forza Italia in Capitanata hanno riconfermato la candidatura del sindaco, Gianfranco Savino. Dopo il chiaro “niet” al “Savino bis” di Primiano Calvo (FI), Ettore Censano (NCD) e Giuliano Giuliani, tanto dichiara Franco Landella, coordinatore provinciale forzista: “Sulla stampa appaiono ancora articoli con i quali rappresentanti di forze politiche, che si definiscono appartenenti al centrodestra, disorientano l’opinione pubblica sul nome del candidato Sindaco di F.I. per le prossime amministrative nel comune di San Severo. Gli esponenti provinciali, regionali e nazionali di Forza Italia – esplicita Landella – hanno pienamente condiviso e confermato la decisione di candidare il Sindaco Savino a capo della ‘coalizione di centrodestra’, anche per la prossima tornata elettorale, conferendo allo stesso pieno appoggio e fiducia. Pertanto, si rende doveroso e necessario precisare che sia l’uso del simbolo, che la comunicazione relativa a Forza Italia, sino ad oggi utilizzati da soggetti non abilitati, potranno essere utilizzate esclusivamente nel dominio del Capogruppo consiliare di  F.I. a San Severo, Fernando Ciliberti, nonché dello stesso candidato Sindaco Savino”. Queste le conclusioni di Landella: “Chiunque altro potrà, ovviamente,  parlare solo a titolo personale e non già a nome di Forza Italia. Invito tutti, soprattutto in questo momento dove la politica è chiamata a dare segnali di credibilità ed attenzione ai veri problemi della comunità, ad operare con il giusto spirito di appartenenza, nel rispetto dei ruoli a cui ognuno di noi è stato designato. Il partito e coloro i quali lo rappresentano a livello nazionale, regionale e provinciale, è stato chiamato ad assumere un indirizzo a tutti i livelli che è stato quello di riconfermare i sindaci uscenti”.



Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button