In evidenza

Il direttivo cittadino della “Giovane Italia”, chiede maggior sorveglianza nella Villa comunale, sede di riposo per le famiglie ma anche di “spaccio” per i malavitosi

Un’estate, almeno fino ad ora, con temperature sopportabili ed un caldo non proprio asfissiante, dà tregua ai sanseveresi che lavorano ed a chi trascorre le vacanze in città. a soffrire, però, il verde pubblico con aiuole e prati color “giallo paglierino”. In tanti, quindi, sono a chiedere una proroga sulla chiusura della Villa comunale, che comunque desta preoccupazioni da un punto

 

di vista della sicurezza. È Il movimento cittadino “Giovane Italia” che a seguito delle richieste di molti concittadini e visto l’aumento “di bulli e persone in civili, chiede all’Amministrazione Comunale ed al Comando di Polizia Locale che venga intensificata l’attività di sorveglianza all’interno della Villa, soprattutto durante questi mesi estivi, magari garantendo la presenza dei Vigili urbani all’interno della stessa Villa, che soprattutto nelle ore pomeridiane e serali si popola di interi nuclei familiari e non sprofondi nel più assoluto degrado, come già sta accadendo”. La situazione è così descritta dal direttivo della “Giovane Italia” di San Severo: “Numerose le lamentale ricevute da parte delle famiglie sanseveresi, a causa dei tanti bulli che continuano a danneggiare l’intero impianto (vedi le giostrine, da poco reinstallate), a molestare i bambini e le loro famiglie, introducendo motocicili al suo interno senza alcun tipo di rispetto nei confronti degli spazi comuni e delle persone presenti. Per non parlare dei tanti personaggi ‘poco raccomandabili’ che utilizzano la Villa comunale per le loro ‘attività’, davanti agli occhi attoniti delle persone. Interpelliamo in primo luogo il Sindaco Savino – continuano dal movimentoaffinché intervenga, per risanare questa brutta situazione e prenda le dovute decisioni per consentire alla nostra Polizia locale di essere presente all’interno della struttura. Interpelliamo anche il Comando della Polizia Locale, affinché anche loro possano contribuire ad evitare che il degrado più totale si impadronisca anche di quel poco di sano e civile che è presente nella nostra città, garantendo una presenza costante e deterrente che facci stare serene le famiglie che non vogliono far altro che distrarsi per un pò. Infine – concludono – come già richiesto da altre associazioni cittadine, chiediamo che l’orario di chiusura della Villa venga posticipato dopo le 21.45. Speriamo che il nostro appello non cada nel dimenticatoio e che chi di competenza si attivi per difendere ciò che di sano esiste ancora a San Severo”.



Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button