In evidenza

La buona cucina e la tradizione. A “La Fossa del Grano” la Chiocciola della Slow Food

La buona cucina e la tradizione.

Si svolgerà Lunedì 13 Ottobre,a Salice Salentino (Br),presso il Castello Monaci,la presentazione della Guida “Osterie d’Italia”,della Slow Food,il sussidiario del mangiarbene all’italiana. Nella cornice salentina,verranno premiate le “osterie”che si sono distinte per l’interpretazione

 

della tradizione culinaria,custodendo il piacere dell’accoglienza e convivialità.

Per la Provincia di Foggia,e per la città di San Severo,merita rilievo, il ristorante La Fossa del Grano, della Famiglia Stella,che verrà insignito della “Chiocciola”,il massimo riconoscimento dall’associazione Slow Food,per l’anno 2015. Ancora una volta viene conferito  il prestigio di entrare nella top 12 delle osterie più rinomate di Puglia e nel ranking delle osterie nazionali, le cui recensioni sono presenti sul “Sussidiario del mangiare bene all’italiana”.

Slow Food , associazione gastronomica di prestigio internazionale si occupa di tutelare tutte le attività gastronomiche italiane che prestano una notevole attenzione per i prodotti locali e tradizionali, senza contare il non meno importante rapporto tra qualità e prezzo. Dal canto suo, La Fossa del Grano, il cui primo piatto fu servito il 23 agosto del 1997, si è da sempre distinta per la sua attenzione ai sapori tipici della nostra terra, per la vasta selezione di vini e per quel clima di familiarità con il quale lo staff mette a proprio agio la clientela e che è da sempre riconosciuto ed apprezzato anche dalla critica. Ciò di cui però andiamo più orgogliosi è che l’attenzione verso i piatti della tradizione Sanseverese, coniugati alla creatività degli chef, abbia portato riconoscimenti e prestigio alla nostra città. Parole chiave per questo riconoscimento sono quindi “Tradizione e spontaneità ” come confessa lo staff de la Fossa del Grano, a cui vanno le congratulazioni per questo importante riconoscimento e l’augurio di poter sempre rappresentare e valorizzare la nostra San Severo.

Altri articoli

Back to top button