EventiPrima pagina

“L’ALBERO LO FACCIAMO NOI…” “NONNO NONNO, DOVE MI PORTI?”. “CHIUDI GLI OCCHI E VEDRAI…”

C’è una festa di cui ognuno ne conserva gelosamente i ricordi, a volte tristi, ma spesso belli.

IL  NATALE.

Non bastava un anno di attese… Rammento ancora l’albero che mia nonna allestiva in alto su un grande frigorifero bianco. Forse era il posto meno adatto e meno elegante, ma poteva restare solo lì appartato ed a prova di “manine leste” di nipoti che dovevano accontentarsi di guardarlo unicamente da lontano…

…Eravamo lí con gli occhi incantati e che brillavano come stelline. Quei fili, quelle palline e quei piccoli oggetti sembravano far parte di un mondo magico e fatato.

E poi c’erano i dolci della nonna, i taralli, le orecchiette e tutto ciò che la fantasia di un tempo regalava alle famiglie, rendendole partecipi di quell’unità affettiva capace di sorvolare screzi o piccole incomprensioni.

Il Natale univa ed appianava tutto.

“Nonno nonno, dove mi porti?”, chiede il piccolo Mattia.

“La nonna quest’anno non potrà essere presente come ogni Natale. La nonna è avvolta da fili d’argento in un luogo sereno e verde, circondata da tanti alberi…”, così il nonno cerca di spiegare al nipotino la sua assenza.

“Vedrai, quest’anno sarà diverso”, continua incamminandosi con lui e tenendogli la mano. Ogni tanto si sofferma perché le gambine di Mattia non riescono a tenere il suo passo.

Il piccolo abbassa il capo, ma il nonno tenendogli il visino tra le dita gli dice: “Che c’è Mattia. Non fare così. Lo so, manca anche a me la nonna…”.

Poi proseguono in attimi di silenzio e percorrono Corso Italia.

Di colpo: “Mattia, ora chiudi gli occhi”… il nonno si assicura che non possa vedere…

Sono le 19,00 circa, del 7 Dicembre.

A Torremaggiore, un albero gigantesco si illumina in tutto il suo splendore.

“Mattia, apri gli occhi”.

“Ma nonno! Davvero così grande?!”.

Sull’albero una stella…

Il piccolo rialza il capo cercando di scrutare ogni particolare ed il nonno, intenerito da quello sguardo così innocente, lo prende lestamente in braccio e si avvicina con lui.

“Nonno, nonno, anche tu come la nonna…”

Sì, come la sua amata nonna che era solito prenderlo tra le braccia per avvicinarlo a quei rami, ricchi di luci, di colori e di felicità…

A Torremaggiore, Sabato 7 Dicembre, in Corso Italia, alle ore 19,00, “L’ALBERO  LO  FACCIAMO NOI”  in Corso Italia alle ore 19,00, dove avverrà l’ACCENSIONE  DELL’ALBERO  DI NATALE  IN  PIAZZA,  realizzato dagli utenti ed operatori della “COOPERATIVA  OASI”;  “L’ANGOLO DI  FLO”;  “IL  FILO  CONTINUO”  e dai ragazzi e dalle famiglie dell’ANFFAS  Onlus di Torremaggiore.

L’evento si svolgerà in occasione della manifestazione  “NOVELLI  IN CORSO”,  che si terrà dal 6 all’8 Dicembre.

Sarà un modo ottimale per celebrare e valorizzare i frutti della terra, con il fine di rendere protagonisti gli operatori di un settore, come quello dell’agricoltura che necessita di incentivazione ed aggiornamento.

Dal  COMUNICATO:

“Dopo gli importantissimi appuntamenti di  “GIROLIO  2017”, che ha visto Torremaggiore protagonista di una delle tappe regionali della kermesse nazionale; di  “OLIO  E  CONTORNI  2018”,  con la quale si intendeva dare seguito all’esperienza dell’anno precedente, e di alcune feste sporadiche sul Vino, si è andata rinforzando la convinzione che, unendo le forze e le risorse economiche, si possa e si debba realizzare un unico evento che veda protagonisti i due prodotti “Novelli” per eccellenza: l’OLIO  ed il VINO.  Non a caso sono state scelte le giornate del 6-7-8 dicembre, quando cioè tutti gli operatori del settore hanno terminato la raccolta e la trasformazione, e sono disponbili i prodotti per essere conosciuti, apprezzati, valorizzati ed immessi sul mercato, in un processo appunto  ‘IN  CORSO’, come il  ‘CORSO’  è anche  la location principale dell’evento, ossia la via commerciale più ricca e che tradizionalmente accoglie la cittadinanza, quale luogo di incontro e di passeggio. L’evento vedrà la partecipazione attiva sia di risorse umane che economiche di realtà operative territoriali, quali: Pro Loco G.Barbieri; Consorzio di Peranzana; Associazione “La Peranzana”; Associazione Agricoltori “GAL Daunia Rurale” ; “Puglia Olive”; “Strada dei Sapori”, “Università degli Studi di Foggia”.

IL PROGRAMMA

VENERDI 6 Dicembre:

Convegno a cura dell’Associazione Vitivinicola Dauna; degustazione  vino novello nel Castello; percorso di visita guidata dal Castello e polo Museale verso il centro storico, dove saranno allestiti i tradizionali mercatini di San Nicola, a cura della Parrocchia e delle Associazioni Cittadine.

SABATO 7 Dicembre Mattina:

Laboratorio di cucina a cura della Pro Loco su “le nevole”, dolce tipico della tradizione pugliese, i cui ingredienti principali sono l’olio e il vino. I bambini saranno i destinatari di questo laboratorio, finalizzato al recupero delle tradizioni e soprattutto del sapere orale e manuale della tradizione gastronomica del territorio.

Visita ai frantoi e cantine a cura dell’Associazione Agricoltori;

la visita sarà rivolta alle scuole e ai privati che intendono conoscere le realtà produttive, le nuove tecnologie ed i sistemi di produzione.

Pomeriggio/sera:

Convegno a cura del Consorzio di Peranzana e Associazione La Peranzana, con mini corso di assaggio.

Stand espositivi dei produttori lungo C.so Matteotti.

Concerto “Per chi viaggia leggero” di Enzo  BECCIA.

(Enzo  BECCIA  è un cantautore e chitarrista pugliese, originario di Torremaggiore, ma da molti anni attivo a Milano. Il suo ultimo album, “Per chi viaggia leggero”, si compone di sette brani a cavallo tra musica popolare, jazz, cantautorato di tradizione italiana e folk).

DOMENICA 8 Dicembre

Mattina: visita cantine e frantoi con aperitivo, alla riscoperta del paesaggio e passeggiata tra ulivi e viti, a cura dell’Associazione Agricoltori.

Sera: stand espositivi lungo C.so Matteotti; cooking show; concerto serale dei Cipriano’s band

(la band prende il nome dal leader del gruppo Michele  CIPRIANO  che con Enzo  BECCIA  è emigrato a Milano dove ha potuto realizzare il suo sogno. Essa racconta un mondo visionario, divertente ed irripetibile che personaggi come Ettore Petrolini, Fred Buscaglione, Giorgio Gaber, Piero Ciampi, Paolo Conte hanno descritto nelle loro canzoni).

L’evento avrà la denominazione di ECO  FESTA,  sulla scorta di altre due feste realizzate e candidate all’omonimo bando Regionale. L’Amministrazione di Torremaggiore intende proseguire nel percorso di sensibilizzazione ed educazione ambientale (raccolta differenziata, eliminazione della plastica etc..). Verranno infatti utilizzate solo stoviglie compostabili o riutilizzabili e servite solo bevande alla spina, compresa l’acqua. Vi saranno inoltre dei responsabili che vigileranno sulla correttezza della raccolta differenziata.

E Mattia?

“Nonno, nonno,  L’ALBERO  LO FACCIAMO  NOI?”.

“Certo Mattia, L’ALBERO  DELLA VITA”.

Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button