In evidenza

LETTERA APERTA ALLA CITTA’ DI SAN SEVERO E AI TIFOSI DELLA CESTISTICA

I giocatori e lo staff che compongono il roster della Cestistica San Severo 2013/2014 vedono il proprio lavoro messo gravemente a repentaglio, quello stesso lavoro che non più di qualche giorno fa ha portato 2000 tifosi entusiasti al Palacastellana per assistere alla battaglia contro la corazzata

 

Scafati. I continui impegni disattesi da parte della società nei nostri confronti rendono la vita ed il lavoro quotidiano sempre più difficoltosi e complessi. Quella che è stata una stagione esaltante si è sorretta sin qui quasi esclusivamente sull’impegno dei giocatori e dello staff e sul tifo e il sostegno di una CITTA’ orgogliosa di noi; ma in questi 7 mesi la società ha collezionato solo promesse non mantenute. Se abbiamo preso la decisione di appellarci alla città è unicamente perchè le difficoltà quotidiane stanno minando il regolare svolgimento dell’attività mettendo a rischio seriamente il proseguo di un cammino che ha visto tifosi e giocatori sfiorare mete importanti. Noi da parte nostra abbiamo sofferto silenziosamente finchè ci è stato possibile, anche e soprattutto per rispetto del nostro stesso lavoro e delle famiglie che riempiono il palazzetto la domenica. Ora non ci riusciamo più. Siamo consapevoli che non esistono formule magiche, ma crediamo che diffondendo questa lettera con il vostro aiuto potremmo ricordare alla società le sue RESPONSABILITA’ e forse convincere qualche sponsor indeciso ad investire in questo PATRIMONIO della città, investire in coloro che riempiono gli spalti la domenica. Noi cercheremo di portare avanti il sogno nostro e dei tifosi il più a lungo possibile, ma cercheremo contemporaneamente di vedere riconosciuti i nostri diritti non solo in quanto lavoratori ma anche in quanto ragazzi particolarmente giovani, la cui età media è inferiore a tutte le precedenti versioni della cestistica, e che vivono in alcuni casi anche a 1000 km dalle proprie famiglie. D’ora in avanti con il sostegno certo dei tifosi, CHE SONO LA VERA CESTISTICA, attueremo proteste non violente come il NON-GIOCARE la prima azione di ogni partita e rivalerci economicamente almeno sugli INCASSI DOMENICALI; poiché siamo convinti che chi dà il suo contributo ogni settimana lo dà per la pallacanestro ed i suoi interpreti e non per giochi politici e di potere.


I Giocatori e Lo staff Cestistica 2013/2014

Altri articoli

Back to top button