Eventi

Lucera: “Musicalis Daunia” Stagione Concertistica 2017 “Incontrarsi in Suoni Opposti”

Si torna alla grande e sofisticata musica da camera nella Sala concerti Paisiello di Lucera.

Venerdì 15 dicembre, alle 20, è in programma il penultimo appuntamento di “Incontrarsi in suoni opposti”, fortunata stagione concertistica organizzata dagli Amici della Musica e L‘Opera BVS, e protagonista sarà il noto pianista foggiano Domenico Monaco che al pubblico di Capitanata regalerà la raramente eseguita Sonata n.1 di Johannes Brahms. Una vera perla musicale proposta da un artista di livello internazionale.

Monaco nasce musicalmente nel Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia, dove è attualmente docente di pianoforte. Ha proseguito la sua formazione attraverso il contatto professionale ed artistico con pianisti e didatti di disparate nazionalità, nonché mediante la partecipazione ai concorsi internazionali pianistici, in cui è stato, non di rado, premiato. Nel 2013 ha realizzato il progetto discografico per l’etichetta “BrilliantClassics”, riguardante l’integrale in prima mondiale dell’opera pianistica a quattro mani di Moritz Moszkowski. Di recente si occupa di concepire e proporre un “modello” di musicista che esprima, attraverso la sua pratica artistica, una via per realizzare migliore espressione di sé, relazione e comunicazione. Intende il suo attuale ruolo di insegnante di pianoforte come coronamento del suo percorso artistico, sociale ed umano.

Oltre a quella di Brahms, Monaco proporrà altre tre celebri composizioni: la Polacca Fantasia op.61 di Chopin, il Mephisto Walzer n.1 e “La Campanella” dai Sei studi su capricci di Paganini di Liszt.

«Un programma monumentale – commenta Francesco Mastromatteo, direttore artistico della Paisiello – quello affrontato da Monaco, che ha deciso di aprire la serata con la mastodontica Sonata n.1 di Brahms, esplosione del talento giovanile del grande compositore tedesco piena di esuberanza melodica e continua espansione formale. Tutto in essa appare infinito, ed è l’infinito che Brahms cerca. Poi avremo pagine di trascendentale virtuosismo sia nell’eroismo nobile intessuto di poesia della celebre Polacca fantasia di Chopin, che nelle pagine della Campanella, omaggio ai virtuosismi violinistici di Paganini, che all’inquietante Mephisto Walzer traduzione musicale della leggenda di Faust».

«Il ritorno a Lucera di Domenico Monaco – aggiunge Elvira Calabria, presidentessa degli Amici della musica – ci riempie di gioia e di orgoglio, perché è un grande e riconosciuto talento della nostra terra, un musicista affermato che si è esibito con importanti orchestre e centri musicali in Italia e all’estero, ma che è rimato di casa nella nostra Sala».

Anche per questo appuntamento è prevista la diretta streaming sulla pagina Facebook dell’associazione (Amicidellamusicapaisiello) a cura de L’Opera BVS.

“Incontrarsi in suoni opposti” è realizzata con con il patrocinio e il contributo Regione Puglia – Sezione Economia della Cultura e il sostegno della Fondazione Musicalia della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.

 

 

Associazione Amici della Musica “Giovanni Paisiello” – L’Opera-BVS

Via Bozzini, 8 (vicinanze Piazza Duomo) – Lucera (Foggia)

tel. 0881 542027 – 328 4064980

e-mail: info@amicimusicapaisiello.com

sito web: www.amicimusicapaisiello.com – Facebook: Amicidellamusicapaisiello

 

 

PROGRAMMA

15 dicembre 2017

Domenico Monaco, pianoforte

  1. Brahms (1833-1897): Sonata op.1

                                               Allegro

                                               Andante

                                               Allegro molto e con fuoco – Più mosso

                                               Allegro con fuoco – Presto non troppo ed agitato

                                      ———–

  1. Chopin (1810-1849): Polacca Fantasia op.61

  1. Liszt (1811-1886): Da Sei studi su capricci di Paganini “La Campanella”

                                               Mephisto Walzer n.1

Domenico Monaco, pianoforte

Nasce musicalmente nel Conservatorio U. Giordano di Foggia, presso cui è attualmente docente di pianoforte. Prosegue la sua formazione musicale attraverso il contatto professionale ed artistico con pianisti e didatti di disparate nazionalità, nonché attraverso la partecipazione ai concorsi internazionali pianistici, in cui è stato, non di rado, premiato. Realizza, nell’anno 2013, il progetto discografico per l’etichetta “BrilliantClassics”, riguardante l’integrale in prima mondiale dell’ opera pianistica a 4 mani di M. Moszkowski. Di recente si occupa di concepire e proporre un “modello” di musicista che esprima, attraverso la sua pratica artistica, una via per realizzare migliore espressione di sé, relazione e comunicazione. Intende il suo attuale ruolo di insegnante di pianoforte come coronamento del suo percorso artistico, sociale ed umano.

Altri articoli

Back to top button