In evidenza

Miglio: ridurremo le tasse comunali di un 10% già nei primi 100 giorni

Ridurre le tasse alla cittadinanza si può. Il piano da attuare nei primi 100 giorni di mandato dalla coalizione Bene Comune è stato presentato domenica ad un numeroso pubblico dal candidato sindaco Francesco Miglio alla

 

presenza del docente universitario della Sapienza di Roma, Giuseppe Catalano, dell’assessore al bilancio della Regione, Leo Di Gioia e del presidente dell’ordine dei commercialisti di Foggia, Giuseppe Laurino. “La nostra squadra – spiega il candidato sindaco Miglio – ha esaminato attentamente il bilancio dell’amministrazione comunale mettendo in luce una serie di tagli e iniziativa che potranno portare da subito ad una riduzione dei tributi, dalla Tares agli altri servizi prevedendo un risparmio del 10% per i cittadini, per le attività commerciali e per quanti intendono investire sul territorio”.

La coalizione si impegnerà soprattutto a rendere il bilancio comunale sintetico, partecipato e trasparente. “In due pagine intendiamo riassumere ai cittadini – continua Miglio –  quali sono le entrate, a cosa sono destinate e come vengono investite le loro risorse. Inoltre avvieremo una duo dilogence che ci consentirà di confrontare i costi dei servizi e la qualità attraverso un organo esterno di controllo che confronterà i costi con i servizi di Comuni di tutta Italia simili al nostro”.

Un piano di razionalizzazione della spesa pubblica che sarà redatto con la collaborazione del professor Catalano, un esperto nazionale in materia confermato anche dal Governo Renzi per tagliare i costi alla Presidenza del Consiglio. “È necessario – conclude Miglio – anche andare a rivedere tutti i contenziosi a carico dell’Ente e gli appalti dei servizi perché solo così si potranno tagliare ulteriori costi. Il primo costo che andremo a tagliare sarà l’autista del sindaco e delle auto di rappresentanza, così da creare un ulteriore risparmio. Dall’esame del bilancio è emersa inoltre la difficoltà che l’Ente potrebbe avere già dal prossimo anno a rispettare il patto di stabilità, a causa di scelte errate dell’amministrazione di centrodestra. Uno sforamento del patto avvierebbe una serie di penalità che comprometterebbero la già difficile situazione del Comune. Al di là di ciò che vogliono far credere il centrodestra, che oggi si ripresenta con due massimi esponenti dell’amministrazione Savino, è stato tutt’altro che virtuoso”.

San Severo, 7 Aprile 2014

Altri articoli

Back to top button