In evidenza

NASCE “PROGETTO PER SAN SEVERO

Nei giorni scorsi si è riunito il tavolo del centrodestra cittadino in vista delle prossime consultazioni amministrative. Dopo lunga discussione, sono stati condivisi alcuni punti fondamentali che sono emersi chiaramente nel corso dell’incontro. Recependo

 

il sentire della città tutti hanno espresso la forte necessità di un cambiamento radicale che preveda un nuovo modo di far politica ed amministrare e, soprattutto, è emersa la necessità di rinnovare la classe dirigente puntando su uomini e donne che sappiano incarnare questa voglia di innovazione che sale forte dalla base e dalla città tutta.

Si è discusso anche a lungo sulle modalità e sugli strumenti da utilizzare per la scelta del candidato alla carica di Sindaco da proporre alla città. Su questo delicato argomento tutti hanno condiviso in maniera decisa un punto fondamentale. Non sarà più accettata, in maniera categorica, la vecchia modalità del candidato imposto dall’alto dalle varie Segreterie Provinciali o Nazionali. La classe politica cittadina non può più essere mortificata subendo supinamente scelte che poi hanno conseguenze, a volte gravi, sulla città. Anche su questo bisogna cambiare ed innovare. Basta con le vetuste alchimie dei partiti e delle decisioni importanti demandate! Il candidato Sindaco deve venir fuori da un confronto, anche serrato, dei partiti e dei movimenti cittadini che si riconoscono nei valori del centrodestra pena, senza se e senza ma, la disgregazione della stessa coalizione.

Per questi motivi il tavolo è stato aggiornato stilando e sottoscrivendo un percorso comune.

Entro e non oltre il 9 febbraio la coalizione lavorerà in maniera serrata alla definizione di un nuovo “Progetto per San Severo”, un programma fatto di pochi punti chiari che dovrà servire al rilancio definitivo della città riportandola al ruolo che le compete di riferimento dell’intero territorio e, in particolare, del nord tavoliere. Punti fondamentali dovranno essere la riorganizzazione della macchina amministrativa e le politiche occupazionali e di sviluppo. Entro quella stessa data la coalizione dovrà cercare, in tutti i modi, di trovare la sintesi su di un candidato che possa interpretare questa necessità di cambiamento. Altrettanto chiaramente è emersa la volontà di coinvolgere la cittadinanza, attraverso lo strumento delle primarie, nel caso in cui entro quella data non si riesca a trovare un accordo condiviso. Primarie che sin da ora si è stabilito dovranno tenersi entro e non oltre la prima decade di marzo.

Nella convinzione che un centrodestra unito e coeso possa ancora ambire a guidare la città si invitano formalmente le poche altre forze politiche e movimenti che si sono dichiarati scettici su questo percorso a voler prontamente aderire per dare alla città un nuovo governo rinnovato negli uomini, nelle donne e soprattutto nel modus operandi.

Altri articoli

Back to top button