In evidenza

Nasce un blog interamente dedicato a Torre Mileto

Nasce un blog interamente dedicato a Torre Mileto (http://istmoschiapparo.blogspot.it/), il villaggio abusivo che sorge sulla duna di sabbia che separa il mare Adriatico dal Lago di Lesina.  Un villaggio turistico, di circa tremila case prive di ogni servizio primario, che però garantisce un gran flusso di turisti alla vicina San Nincandro Garganico, con conseguenti ricadute in termini economici

 

per la città, e che allo stesso tempo garantisce anche qualche comoda entrata al bilancio comunale di Lesina, tra IMU per le seconde case e bollette della nettezza urbana.

Infatti, molte case sono state condonate nel 1985 e poi nel 1994, e molta gente paga quindi regolarmente le tasse al comune di Lesina, senza ricevere in cambio alcun servizio, come la manutenzione della strada principale o la pulizia della spiaggia. Dopo oltre trent’anni non si è riuscita a trovare una soluzione per la questione dell’abusivismo edilizio di Torre Mileto. Il Piano di recupero territoriale è ormai fermo da anni. Lo scopo del blog è quello di mantenere viva l’attenzione sulla questione, di cui se ne parla soltanto nel periodo estivo, con qualche articolo di giornale e servizio telelvisivo. Poi, terminata l’estate nessuno ne parla più. Attraverso il blog si vuole cercare di mettere in comunicazione tutti gli affezionati turisti del villaggio, per attivare una seria discussione sulla questione e cercare anche di trovare delle soluzioni.

Nessuno vuole cercare di nascondere il fatto che sia stata devastata una duna naturale di oltre dieci chilometri, ma è alquanto impensabile, o comunque troppo oneroso, ricostruire l’intera duna. Piuttosto, nessuno si è mai chiesto coma mai siano riuscite a sorgere tremila case su un’area protetta? Dov’erano coloro che dovevano difendere l’area quando la gente ha cominciato a tagliare alberi e realizzare le recinzioni in ferro filato? Parliamo di tremila case, è impossibile che nessuno se ne sia accorto. Il blog è ovviamente aperto a tutti, e chiunque può partecipare alle discussioni purchè gli interventi siano costruttivi.

http://istmoschiapparo.blogspot.it/


Nicola Capozzo

Altri articoli

Back to top button