In evidenza

PRIMIANO CALVO: “MIGLIO SI RICORDI DEL PROGETTO FOGNA BIANCA COI SUOI COMPAGNI DEI COMPAGNI DEI COMPAGNI”

Ora vuole fare il sindaco ma dal 2004 al 2009 insieme a SANTARELLI, MARINO e BOCOLA, nel ruolo di assessore i lavori pubblici, MIGLIO si è macchiato di una grave omissione dimenticando di consegnare alla Regione il progetto per la realizzazione della fogna bianca

 

nei termini del bando pubblico. Non c’è che dire: sono stati persi 5 milioni di euro, nonostante l’esistenza presso gli uffici comunali di progetto già cantierabile. Se la pioggia continua a procurare danni, i Sanseveresi sanno chi ringraziare!! Miglio si faccia un esame di coscienza e verifichi la correttezza della sua azione nel corso della passata esperienza amministrativa insieme a quella dei “compagni dei compagni dei compagni”. Infatti, la Giunta MIGLIO-SANTARELLI-BOCOLA-MARINO predispose il bando di gara relativo al servizio di igiene urbana in modo da consentire la partecipazione a due sole ditte, delle quali una sola di facciata, visto che fu scartata. I cittadini giudichino se, a un appalto da 40 milioni di euro, possano partecipare solo due ditte o meglio solo una ditta, una “rossa” di Bologna; pure “rossa” l’Amministrazione aggiudicatrice ed altrettanto “rossa” la commissione di gara e che valutò le offerte…o meglio, l’offerta! Valutarono così attentamente la documentazione di gara che non si accorsero che a San Severo abbiamo le auto in sosta e che lo spazzamento meccanizzato non può avvenire in 3.500 ore ma bensì con 14.000 ore annue; chi deve pagare le 10.500 ore in più? Non certo la commissione, che ha già riscosso circa € 140.000,00. Quindi l’aumento della tassa rifiuti è figlia delle scelte progettuali dell’Amministrazione MIGLIO-SANTARELLI-BOCOLA-MARINO  insieme alle scelte dei Governi di sinistra LETTA/RENZI. Come al solito i “compagni” sono molto abili nel mistificare la realtà e bravi nella “gestione della monnezza”! Sarebbe opportuno che Procura della Repubblica di Foggia e Corte dei Conti di Bari aprano un’inchiesta sulla vicenda rifiuti a San Severo, così potremmo vedere accertata la presunta trasparenza dei “compagni”. Al contrario, l’Amministrazione di Centrodestra ha costruito e realizzato, chiudendo le falle che altri hanno creato. Infatti tra ingiunzioni di pagamento e pignoramenti ha affrontato la grave debitoria ereditata dal centrosinistra ed ha varato un piano di risanamento delle casse comunali senza precedenti, SALVANDO LA CITTÀ DAL FALLIMENTO.  La Magistratura dovrebbe fare luce anche sui vari “aggiustamenti” richiesti in successione dai partiti del centrosinistra al progettista del Piano Urbanistico Generale, arch. Alessandro Benevolo, che non sono stati dettati per utilità o interesse pubblico bensì per accontentare ora questo ora quel consigliere e amministratore al fine di assicurare la tenuta della striminzita maggioranza che sosteneva la Giunta MIGLIO-SANTARELLI-BOCOLA-MARINO. Va ricordata anche la finta opposizione alla costruzione della Centrale a Turbogas in località Ratino che è costata parcelle agli avvocati e la perdita dei benefici riguardanti le assunzioni dei disoccupati sanseveresi e la realizzazione del centro agroalimentare con un indotto di circa 500 addetti. I cittadini sono attenti osservatori e anche il 25 maggio sapranno ben distinguere l’impegno dal parassitismo, le capacità di governo dall’improvvisazione e, soprattutto, il mettersi a disposizione per la risoluzione dei problemi, nonostante le difficoltà economiche e di carattere tecnico, rispetto al privilegiare gli interessi personali e dei propri ‘affiliati’ in cui la sinistra ha sempre primeggiato. I Sanseveresi indosseranno le scarpe più pesanti e sferreranno un calcio nel sedere talmente forte al Centrosinistra da spazzar via una pletora di finti moralisti, incapaci e spesso “interessati” pseudo amministratori!



PRIMIANO CALVO

Altri articoli

Back to top button