In evidenza

San Severo, attacco al mercato specializzato di viale Matteotti Gli operatori si difendono: «Mai fatto schiamazzi o arrecato disagi»

Le Associazioni di Categoria Anva-Confesercenti e Fiva-Confcommercio esprimono grande perplessità per quanto appreso dalla “Gazzetta del Mezzogiorno” del 28 novembre in merito alle polemiche relative al mercato specializzato di viale Matteotti. Gli operatori sono sconcertati e sorpresi

 

e respingono le accuse a loro rivolte in tema di quiete e schiamazzi nelle ore di svolgimento degli eventi mercatali: fino ad ora non c’è stata mai una polemica in tal senso, sottolineano gli operatori, inoltre il mercato si svolge in ore avanzate della mattinata e non come si evince dall’articolo all’alba (non inizia mai prima delle ore 8).
A rafforzare quanto affermato c’è il fatto che le operazioni di apertura e di assegnazione dei posteggi sono sempre presidiate dagli operatori di Polizia Municipale, spiega Gianpaolo Tota della Fiva-Confcommercio, che non hanno mai rilevato irregolarità in materia di schiamazzi.
Appare strana, inoltre, la partecipazione dei commercianti della zona a tale polemica. «Il mercato del viale della Stazione (o viale della Stazione), istituito da diversi anni e affinato con il passare del tempo – commenta Luigi Rodelli dell’Anva-Confesercenti – rappresenta un’opportunità per i commercianti del luogo ed è stato fortemente voluto dai cittadini. Difatti negli anni in cui è stato istituito, un cospicuo numero di operatori commerciali del posto ha fortemente voluto la sua istituzione aderendo ad una raccolta firme».

Infine la paventata “facilità e semplicità” di spostamento, rappresenta una cattiva conoscenza dei luoghi e delle norme in materia di commercio su aree pubbliche in quanto non è possibile spostare a “cuor leggero” un evento stabilito e programmato dalle norme di settore, su cui si basa l’economia di più di cinquanta imprese di operatori locali.

Gli operatori hanno sempre collaborato fattivamente per la riuscita della manifestazione ponendo la massima attenzione con un atteggiamento rispettoso e irreprensibile. Probabilmente l’intervento vuole far polemica facendo leva su di un potenziale argomento da “campagna elettorale” per le prossime elezioni amministrative.

 

Altri articoli

Back to top button