In evidenza

SAN SEVERO: BASKET – La Nuova Alius sconfitta a Bari

Perde in malo modo, al suo esordio in C2, la rinnovata Nuova Alius Lufa service/Ciavarella San Severo in una gara pesantemente condizionata dall’enorme numero di palle perse (alla fine saranno ben 32) da parte delle fochine e non basta l’assenza del play Ciavarroni a giuistificare questa sconfitta . D’altra parte l’Adria Bari appare come un buon complesso, costituito

 

da molti giovani ben affiatati tra loro e particolarmente reattivi ed intensi. Panizza parte con un quintetto formato dal giovanissimo play Di Santo (classe 96), Ulano e Miglio esterni e i due lunghi Bjelic e Parisatti che difendono individualmente su Scavo, Carulli, Maietta, Albanese e Jishiashvili. Di Santo appare piuttosto emozionato all’esordio nella categoria e Scavo ne approfitta con qualche palla rubata che manda avanti i baresi ( 9-2 dopo 2 minuti). Conte sostituisce il giovane biancoverde ma al 5’ l’Adria è ancora sul + 8 prima che un tiro libero di capitan Miglio e due triple (Conte e Ulano) permettano ai sanseveresi di colmare il gap (17-15). Miglio recupera una palla e porta in vantaggio i suoi sul 17-18 (parziale di 10-2). L’Alius sembra tornata in partita e capace di giocare sui suoi standard con Bjelic finalmente efficace ed in grado di segnare o di subire fallo ad ogni palla che riceve nel pitturato.  Conte però commette il suo secondo fallo al 9’ e approfittando della sua uscita prima Scavo a poi Carulli vanno a segno chiudendo sul 26-23 la prima frazione. La ripresa del gioco si apre con il pesantissimo terzo fallo di Conte e con Scavo che realizza da sotto e segna l’aggiuntivo. I Baresi continuano a colpire anche le varie zone che Panizza schiera in questa fase e volano sul 33-23 con Maietta e Bernardi. Finalmente un contropiede di Conte permette di muovere lo score dei dauni (33-25) ed è Bjelic con 2 tiri liberi, favoriti da un rimbalzo offensivo, a riportare sotto i suoi. Ma ancora una volte è un fallo di Conte, il quarto a complicare la vita in casa Aliussina. I verdi comunque si mantengono a ruota degli avversari e chiudono la prima metà gara sotto di 7 punti. La partita sembra ancora recuperabile ed in effetti è così quando nel terzo quarto i biancoverdi tengono bene in difesa concedendo solo i due punti di Albanese in ben 8 minuti ed andando regolarmente a segno soprattutto con Bjelic che porta i suoi avanti di 7 (46 a 53) Una tripla ed un canestro + T.L. ancora di Albanese chiudono il quarto con lo score fisso sul 52-53. Gli ultimi dieci minuti si trasformano in un calvario per la squadra dauna. Un filotto di 3 triple per i baresi e le numerose palle perse permettono ai padroni di casa di allungare mentre la reazione degli ospiti si fa attendere a lungo ed arriva, molto timida, a gara ormai conclusa. I 24 punti di scarto suonano forse eccessivi come divario tra le due compagini e sicuramente sono, per i perdenti,  un grosso stimolo a rimediare al più presto. Domenica però ci sarà la corazzata UDAS Cerignola ad incrociare nelle acque del palasport Falcone e Borsellino. Sicuramente ci si aspetta una bella gara e la voglia di riscattarsi e di regalare un buon basket ai propri tifosi da parte dei giocatori biancoverdi. Lo staff medico sta lavorando alacremente affinché il play Riccardo Ciavarroni possa essere utilizzato per almeno pochi minuti.

Adria Bari – Alius Lufa/Ciavarella San Severo 86-62 (26-23; 18-14; 8-13; 34-9)

Adria: De Meo 5, Scavo 14, Favia, 2, Carulli 15, De Lorci, Bernardi  8 Maietta 12, Angelilli 1, Albanese 22, Jishiashvili 7. All.re: Loizzo

Nuova Alius: Parisatti 8, Conte 5, Ciavarella 6, Miglio 15, Bjelic 16, Ulano 10, Vitanostra 10, Calvitto, Di Santo 2, Covino. All.re Panizza, Vice All.re Leggieri

Arbitri: Soldano e Paradiso

Altri articoli

Back to top button