In evidenza

SAN SEVERO: BASKET – L’Alius stende l’Adria Bari

La Ciavarella pneumatici/Lufa Service San Severo batte l’Adria Bari e si insedia al 6 posto in coabitazione con Olimpica Cerignola battuta a domicilio dall’Angel Manfredonia. La squadra di coach Panizza, al cospetto dei Baresi, dai quali aveva subito una umiliante sconfitta nella prima uscita stagionale (86-62 per i ragazzi dell’Adria), si impone in una gara difficile ma al contempo

 

bella, a lungo in bilico tra le due contendenti. Che ha appassionato il pubblico presente al Palasport “Falcone e Borsellino”. Alla palla a due si confrontano Bjelic, McCaffrey, Miglio, Ulano e Ciavarella per le fochine e Scavo, Carulli, Iannone, Ambruoso e Albanese per gli ospiti. Subito va a segno Bjelic con Carulli che impatta. Un ispirato Ulano porta avanti i suoi che raggiungono subito il + 7 (9-2) mentre i baresi si riorganizzano e pareggiano con 2 liberi di Iannone (9-9). Le due squadre proseguono punto a punto con le difese che prevalgono sugli attacchi (d’altra parte i baresi si presentano a San Severo con la miglior difesa del campionato mentre in questa classifica i padroni di casa sono al quarto posto).  Il team di Lo Izzo, con un canestro di Ambruoso, riesce a chiudere in vantaggio i primi 10 minuti (14-15). Lo stesso Ambruoso colpisce con continuità sia da sotto che dall’arco nel secondo quarto e permette ai suoi di stare a galla contro un’Alius che cresce sempre più, soprattutto in difesa, alternando la zona alla uomo e mettendo in difficoltà gli avversari.  Entrano in campo i due nuovi arrivi in casa biancoverde e sia il cubano Daniel, che l’emiliano Filippini portano, come d’altra parte tutti gli altri, il loro mattone utile per la costruzione della vittoria. Daniel è incontenibile. Esplosivo e reattivo, mette in difficoltà, sia in difesa che in attacco, i suoi dirimpettai, mentre Giacomo Filippini mostra una straordinaria solidità e una estrema utilità nel pitturato (saranno ben 10 i suoi rimbalzi finali, conditi da 9 punti, in poco più di 20 minuti di gioco).Accanto a loro spicca l’ottimo lavoro di Ulano e di Conte, mentre Mc Caffrey, pur segnando con parsimonia rispetto ai suoi standard, continua a smazzare assist per i compagni (14 punti e 10 assistenze alla fine del match). Ma è il professor Bjelic a dare lezioni di basket sbagliando raramente da sotto (10/13) e segnando anche dai 6.75, oltre a spazzolare i tabelloni (14 rimbalzi totali). Tutto ciò permette all’Alius, finalmente una vera squadra al di là delle grandi capacità individuali, di chiudere sul + 7 (44-37). Se il secondo quarto aveva fatto vedere una buona difesa dei verdi, è nella seconda metà di gara che le fochine chiudono la via del canestro agli avversari. Saranno infatti solo 24 i punti messi a segno dai baresi nei 20 minuti finali. Ma i primi 5 minuti non sono facili e l’Alius, dopo aver toccato per due volte il + 15 (52-37 e poi 52-39) subisce la rimonta degli ospiti che mettono a frutto i palloni rubati da Scavo sui piccoli avversari e al tempo stesso si giovano dell’imprecisione e della deconcentrazione dei biancoverdi che sbagliano molti canestri facili. Si arriva così in un amen al 56-52, prima che Bjelic con una provvidenziale bomba dall’arco ristabilisca le distanze e pareggi la frazione (59-52). L’ultimo quarto sembra la versione ribaltata del match dell’andata con l’Alius che vede crollare gli avversari, probabilmente per una precaria condizione fisica ed una panchina meno profonda ed allunga poco brutalmente arrivando al + 16 a 2 minuti dal termine.  La panchina sanseverese non crede troppo alla possibilità di colmare il gap di 24 punti subito all’andata e mira soprattutto a controllare il gioco. La partita scivola così verso la sirena con un o score di 79-61 sul tabellone che comunque permette di incamerare la 4 vittoria consecutiva in altrettanti scontri diretti. La mente di staff e squadra si volge ormai alla gara di domenica 19 gennaio quando le fochine faranno visita all’imbattuta capolista UDAS Cerignola. Le batterie sono cariche ed una settimand di lavoro dovrebbe permettere a Miglioe  compagni di arrivare decisi e concentrati al top match del campionato. Vinca il migliore!


Nuova Alius – Adria Bari 79-61 (14-15. 30-22; 15-15, 20-9)

Alius San Severo: Daniel 7, McCaffrey 14, Conte 6, Ciavarella 2, Miglio 2, Filippini 9, Bjelic 29, Ulano 10, Calvitto n.e., Di Santo n.e. All.re Panizza, Vice All.re Leggieri

TL 11/16, T2p 22/43, T3p 8/23

Adria Bari: Scavo 5, Carulli 10, iannone 6, Ambruoso 22, Maietta, Angelilli, De Meo, Albanese 10, Rubino 8, Bernardi . All. re Lo Izzo

Arbitri: Lastella e Caldarola

Altri articoli

Back to top button