In evidenza

SAN SEVERO: BASKET – L’Alius va vicina al colpaccio contro l’UDAS

Davanti ad un buon pubblico, la Nuova Alius onora il primo impegno casalingo con una gran partita opposta alla corazzata UDAS Cerignola, considerata da tutti la possibile dominatrice del campionato di C regionale 2013-14 appena iniziato. La sconfitta di un solo punto non deve abbattere i ragazzi di coach Panizza che hanno messo in mostra un ottimo collettivo e sfiorato

 

il colpaccio contro una formazione che al momento sembra  superiore a tutto il lotto delle contendenti. I biancoverdi  vengono dalla batosta di Bari, maturata tutta nell’ultimo quarto, in cui  contro l’ottima Adria avevano dovuto fare a meno del play titolare Riccardo Ciavarroni, classe 1992 ma con un campionato di DNB alle spalle. Gli ofantini invece avevano avuto agevolmente ragione dei giovani del Ruvo. L’inizio, con entrambe le squadre schierate in difesa individuale  è favorevole alla Lufa Service/Ciavarella pneumatici che parte in quarta affidandosi all’immenso, non solo per doti fisiche, Goran Bjelic (alla fine sarà il top scorer del match con ben 28 i punti). I biancazzurri rispondono con i tiri del solito Sierra (27 punti totali) e con le incursioni Liguori, ex di turno. Opposto ad un ottimo Serrazzi, Ciavarroni, all’esordio assoluto in maglia biancoverde, dimostra le sue qualità sia in veste di direttore d’orchestra che di realizzatore dall’arco. Sotto i tabelloni sono Parisatti e Bjelic a dettar legge. A due minuti dalla prima sirena il tabellone segna 22-12 per i locali ma gli udassini si rifanno sotto fino al 22-16. Il secondo quarto vede il parziale recupero degli ospiti mentre coach Panizza decide di dar spazio a Conte in sostituzione di uno spento capitan Miglio. Jonikas, Francesco d’Arrisi e Serrazzi rintuzzano il + 11 dell’Alius e si riportano in parità a 4’ dall’intervallo e poi, per un attimo in vantaggio, prima di una tripla di Ciavarroni che fissa il 41 a 39. Nell’intervallo coach Totaro riesce a far quadrare il cerchio ed, opponendosi alle zone alternate dall’uruguagio Panizza riesce a mettere Hugo Sierra in condizione di tirare e centrare il bersaglio dalla lunga distanza. L’UDAS è a + 11 a fine terzo quarto  quando inizia l’arrembaggio sanseverese con un sempre positivo Ulano e con il solito grande Bjelic che, infischiandosene degli insulti di qualche spettatore poco sportivo, continua a martellare il ferro avversario, aggiungendo delle triple con alta percentuale (3/5 finale) alle tante realizzazioni da sotto. Serrazzi viaggia spesso in lunetta a causa dell’asfissiante difesa cui è sottoposto realizzando con precisione. Dall’altra parte sono i veloci contropiede della squadra di casa a rispondere al gioco ragionato ofantino. A 3 minuti dal termine, con l’Alius ormai rientrata per l’ennesima volta in partita, una malaugurata distorsione alla caviglia mette fuori causa Bjelic che torna in panchina per ricevere le cure del caso mentre i biancazzurri si portano ancora a +6 (74-68 dopo un canestro di Liguori in entrata. La partita sembra irrimediabilmente persa. Resta solo poco più di un minuto alla fine quando stoicamente uno zoppicante Bjelic rimette piede in campo. Il suo ritorno si sente eccome. Segna prima da 2 e poi una tripla che riporta i suoi ad una lunghezza dagli avversari i quali a poco meno di 9 secondi dalla sirena perdono palla in attacco. Dopo il time-out però Ciavarroni, superata la metà campo cede al raddoppio dei piccoli avversari ed ad una condizione sia fisica (recente infortunio alla spalla) che fisica (desuetudine al ritmo gara, avendo dovuto saltare molte amichevoli e la prima partita di campionato) e non riesce a servire la palla del sorpasso ad un Bjelic scalpitante. La partita è persa ma per chi vuole vedere il bicchiere mezzo pieno c’è la consapevolezza che, se questa è la corazzata ammazzacampionato, Miglio & Co. Se la potranno giocare con qualunque squadra fino alla fine con chiunque. Domenica prossima i biancoverdi sono attesi sul campo della Cestistica Barletta degli ex neri Corvino ed Onetto. Sarà ancora una gara dura ma in casa Alius c’è, adesso più che mai, grande fiducia nei propri mezzi.



Nuova Alius San Severo  – Udas  Cerignola 73-74 (22-16, 19-23; 12-25, 20-10)

Nuova Alius: Bevere 3, Bjelic 28, Ciavarella 2, Ciavarroni 15, Conte 6, Di Santo  n.e., Miglio, Parisatti 10, Ulano 9, Vitanostra n.e. All.re Panizza, Vice All.re Leggieri.

UDAS: Jonikas 9, Riccardi, Rizzi n.e., Amoruso, Liguori 7, Sierra Moreira 27, D’Arrisi 11, D’Arrisi 5, De Fazio 2, Serrazzi 13. All.re Totaro

Arbitri: Lastella e Di Vittorio

Altri articoli

Back to top button