In evidenza

SAN SEVERO: “CASO PINI”: LA REGIONE INSISTE…MA ANCHE LA CITTÀ ASPETTA SPIEGAZIONI

Il ‘caso’ dei pini di Viale 2 Giugno e fasce urbane limitrofe sta assumendo contorni inusuali e preoccupanti, se è vero, come è vero, che l’Amministrazione Comunale è stata nuovamente richiamata all’ dalla Regione Puglia con un secondo fax del 28 giugno scorso della Dirigenza del Servizio Assetto del Territorio, con il quale si rincara la dose e si invita il

 

Comune di San Severo “a sospendere qualsiasi operazione relativa all’abbattimento degli alberi e a fornire esaustivi chiarimenti sulle attività finora effettuate”. Il tutto entro il 1° luglio (scorso). Ma la cosa più grave è che la Regione Puglia ha saputo dalla stampa che le operazioni di abbattimento delle alberature in questione sono proseguite, disattendendo “le rassicurazioni fornite alla Regione per le vie brevi”.  Il documento che asserisce tutto ciò lo pubblichiamo in calce e tutti i Cittadini possono prenderne diretta visione. Ciò che invece è estremamente grave è che UFFICIALMENTE il Comune non ha sentito il dovere di spiegare l’intricata faccenda alla Cittadinanza attraverso comunicati e manifesti, come si fa in casi anche meno eclatanti di questo. Alcune spiegazioni – a dire il vero squinternate e assolutamente superficiali – sono arrivate SOLO attraverso dichiarazioni alla stampa e ‘post’ sui social network di un assessore e qualche consigliere comunale. Naturalmente non sono queste le spiegazioni che la Città si sarebbe aspettata a fronte di attacchi concentrici all’Amministrazione Comunale venuti da opposizioni consiliari, associazioni socio-politico-culturali e stampa. Un assessore è addirittura arrivato ad affermare che se la Regione Puglia taglierà o revocherà in toto i finanziamenti…ne faremo tranquillamente a meno! Ha mancato però di aggiungere che chi ha combinato il ‘disastro’ potrebbe essere chiamato a risarcire le casse comunali di tasca propria, sempre che l’autorità giudiziaria che potrebbe essere adita ritenesse esistere le premesse di legge nel caso specifico. La Regione ha già ‘minacciato’ il Comune di riservarsi di valutare l’ammissibilità delle spese e  la revoca totale o parziale del finanziamento, cominciando dalla verifica della rispondenza delle operazioni in corso nella nostra Città ai progetti presentati all’epoca della richiesta di finanziamento. Da tutto ciò, comunque, si evince che il Comune ha agito con una certa decidendo di non dare spiegazioni o di darne in un modo molto poco consono sia alla Regione Puglia – che dovendo pagare ha tutto il diritto di sapere cosa paga… – e sia alla Città, che paga DA SEMPRE DI TUTTO DI PIU’!!! Naturalmente la nostra ‘Gazzetta’ mette le sue pagine, cartacee e del sito internet, a disposizione, come sempre, anche dell’Amministrazione Comunale per informare onestamente e totalmente le sue migliaia di Lettori. Le nostre testate giornalistiche si sono sempre distinte per l’obiettività dell’informazione, cosa che è stata sempre riconosciuta da tutti, salvo qualche (ridicola e interessata) eccezione. E’ un fiore all’occhiello professionale al quale teniamo più di ogni altra cosa!


LA REDAZIONE

 

Altri articoli

Back to top button