In evidenza

SAN SEVERO: COSA FA IL PARTITO DEMOCRATICO?

Archiviata la fase cittadina e provinciale del congresso nazionale del Partito Democratico, svoltasi con ampia partecipazione degli iscritti, che terminerà con la grande festa delle “Primarie” l’8 di dicembre, aperta anche

 

a tutte le elettrici ed elettori simpatizzanti del PD, che si riferiscono ai suoi valori fondanti, e che ci auguriamo possa registrare, come in passato, una notevole partecipazione di cittadini, una parola sulle prossime scadenze elettorali di primavera ci sembra doverosa.

Senza esprimere alcun giudizio prematuro sull’operato della Giunta di Centrodestra che ha “governato” la nostra città, giudizio che toccherà alle elettrici ed agli elettori che lo hanno scelto nel 2009 e che, attraverso il voto dovranno dichiararsi soddisfatti o critici o fortemente critici, come lo siamo noi, nei confronti di questa Amministrazione, una parola sul percorso che ci porterà alle elezioni di maggio e su come intendiamo affrontarle ci sembra opportuna e doverosa.

A giorni insedieremo la nostra commissione per la formulazione del programma, che intendiamo sottoporre dapprima all’approvazione della nostra Assemblea attraverso una convention e successivamente al confronto con le altre forze di centro-sinistra, e che si svilupperà in tre macro aree: LAVORO, WELFARE ed AGRICOLTURA

Stiamo ricercando, contemporaneamente, il massimo del consenso e dell’unità con tutte le forze del Centrosinistra ed alternative al Centrodestra, alcune delle quali hanno già espresso pubblicamente la loro disponibilità a sostenere la candidatura a Sindaco di San Severo di un iscritto al PD che, unitamente ai due candidati già in lizza, l’avv. Luigi Presutto ed il consigliere regionale Dino Marino, porta al momento a tre il numero degli aspiranti appunto alla carica di Sindaco. Ciò conferma che la strada, che il Partito Democratico sta seguendo nell’interesse esclusivo della Cittadinanza tutta di San Severo, è quella giusta. Ovviamente, senza rinunciare allo strumento di massima democrazia che è rappresentato dalle elezioni primarie, così che a scegliere il proprio candidato sindaco siano direttamente i cittadini di San Severo e non come un tempo i segretari e gli apparati di partito.

LA SEGRETERIA DEL ‘PD’ DI SAN SEVERO

Altri articoli

Back to top button