In evidenza

SAN SEVERO: Il sindaco Savino è ormai in una crisi di nervi permanente e irreversibile.

Non perde occasione per manifestare il suo difficile rapporto con uomini di maggiore “statura”. La prima “crisi”, il povero Gianfranco la ebbe con se stesso durante l’amministrazione Santarelli. Alla vigilia dell’adozione

 

del Piano Urbanistico Generale, il povero Gianfranco, all’epoca consigliere comunale, si dimise per non dare evidenza all’obbligo di astensione e discussione su un provvedimento che avrebbe prodotto effetti nella sua sfera giuridica (L. 267/2000 – sentenza Consiglio di Stato n. 3385/2007). Noi continuammo a fare opposizione fino alla caduta di Santarelli mentre il “nostro” pretese la candidatura a sindaco. Le segreteria regionale partorì un accordo che prevedeva la indicazione del sottoscritto a vice sindaco.
Dopo soli 5 mesi la prima “separazione”. Su sollecitazione dei dirigenti del PDL rientrai in Giunta. Subito dopo una nuova “crisi” tra sindaco e Puglia Prima di Tutto. Damone e Capogreco passarono all’opposizione, Tamburro lasciò la Giunta.
Ancora una serie di crisi ed escono dalla Giunta Pistillo, Cicerale, Procopio, cambia il vicesindaco e vanno via anche D’Amico e Florio.
Nel frattempo avevano abbandonato la maggioranza Casale e Censano e recentemente ADC con Persiano e Cota è passata all’opposizione. E’ di tutta evidenza che il problema non siamo noi!
La conferenza stampa è stata convocata per rettificare la falsa rappresentazione che il povero Gianfranco ha fornito dei fatti. Il gruppo di Forza Italia aveva chiesto un “azzeramento” dell’intera Giunta per favorire un aggiornamento programmatico e una revisione delle scelte di bilancio, per conseguire più sociale e meno tasse. Il sindaco ha negato qualsiasi democratico confronto sulle richieste avanzate da Forza Italia. Il capogruppo Ciliberti conseguentemente ha chiesto agli assessori di non partecipare alle riunioni di Giunta. Il sottoscritto ha recepito l’indicazione di Forza Italia e ha anche rimesso il mandato di assessore comunicando la propria volontà di non rientrare nella compagine assessorile, alla luce del prevalere di logiche personalistiche e familistiche contro gli interessi generali. La nomina ad assessore di un cugino del consigliere Ciliberti ratifica la natura privatistica e contrattualistica conferita da Savino alla sua amministrazione. Noi continueremo a tutelare la dignità di un gruppo politico che non si vende e che intende conseguire risultati nell’interesse della cittadinanza.
Nonostante il freno a mano tenuto tirato dal povero Gianfranco e le continue crisi amministrative, l’assessorato alle attività produttive è riuscito a conseguire una serie di risultati qualificanti:
– Istituito il coordinamento per la sicurezza
– Supporto all’elaborazione del programma di Rigenerazione Urbana
– I finanziamenti dell’Area Vasta
– La costituzione del Consorzio Parco della Peranzana
– Un finanziamento di euro 200.000 della Regione per l’allestimento di un centro per la promozione dei prodotti tipici locali e l’attivazione dell’Enoteca/Elaioteca in collaborazione con il GAL Daunia Rurale
– Informatizzazione dello Sportello Unico per le Imprese
– Un finanziamento di euro 2 milioni per il lavori di riqualificazione della zona PIP
– La riconversione dei locali di via Fortore in un Centro Servizi per l’Agricoltura
– La firma di un protocollo d’Intesa per l’Occupazione e la sicurezza sul Lavoro
– La redazione di un progetto di marketing territoriale in collaborazione con il GAL Daunia Rurale
– La costituzione del primo Distretto Urbano del Commercio in Puglia
– L’appalto di euro 3 milioni per le infrastrutture nella zona Industriale ASI
– Il supporto alla revisioni del Piano Urbanistico Generale ai fini dell’approvazione definitiva da parte della Regione
– L’approvazione del Piano Urbano del commercio
– Un finanziamento di euro 233.551 per il progetto “profumi del mondo antico”
– L’approvazione del progetto Tratturarte con una dotazione di euro 736.000 a valere sui Sistemi Ambientali e Culturali POR FESR Puglia
– Trattative con fondi di investimento internazionali per nuove iniziative produttive (outlet, campo di golf, albergo, multisala) in grado di favorire circa 500 nuovi posti di lavoro e la sponsorizzazione delle squadre di calcio e basket locali.

Rimaniamo a disposizione della città per favorire l’attuazione di progetti nel solo interesse dei sanseveresi.

Primiano Calvo


Altri articoli

Back to top button