In evidenza

San Severo: La cassazione assolve Cologno e D’Alessandro

Si e’ concluso questa mattina l’ultimo capitolo della vicenda giudiziaria che vedeva coinvolto il dott.Luigi Cologno  e l’arch.Dalessandro Antonio, rispettivamente all’epoca dei fatti Direttore Generale e dirigente del comune di san severo.

Il processo era ritonato a bari dopo che la difesa , rappresentata dagli avv.ti Giuseppe Casale (per Cologno),  Guido Derossi e Lorenzo Digennaro (per Dalessandro)  , aveva ottenuto dalla Corte di Cassazione

 

l’annullamento della sentenza .

La corte di appello di bari III sezione penale ha assolto il Cologno ed il Dalessandro perche’ il fatto non sussiste .

Il processo riguardava l’ultima imputazione rimasta in piedi, quella di violenza privata, dopo che nei gradi precedenti era intervenuta l’assoluzione per tutti gli altri capi d’imputazione. L’indagine riguardava la gestione del cimitero e prese le mosse dalle denunce di un dipendente del Comune.

Nonostante fosse ormai  maturata la prescrizione  la difesa  ha chiesto una sentenza di proscioglimento pieno nel merito. I Giudici baresi dopo due udienze e una camera di consiglio durata circa 1 ora hanno accolto la tesi dei difensori , che avevano sostenuto la completa inattendibilita’ del denunciante alla luce di diversi elementi di fatto emersi durante l’istruttoria dibattimentale.

Questo il commento dell’avv.Giuseppe Casale: “ siamo soddisfatti del risultato processuale ottenuto : anche perche’ si e’ trattato di un processo molto lungo ed articolato , che ha registrato pure un annullamento da parte della Corte di Cassazione e che vedeva imputati molti amministratori del comune, risultati tutti assolti con la formula piu’ ampia”

Altri articoli

Back to top button