In evidenza

San Severo: Le bugie hanno le gambe corte, come la disinformazione

I Vigili hanno già spiegato per colpa di chi la caserma rispetta determinati orari.

Se è vero che le bugie hanno le gambe corte qualcuno dovrebbe camminare con il fondoschiena.

Appare veramente paradossale che ci siano formazioni di centro-destra che hanno sostenuto la precedente amministrazione che fingono di non sapere dove nascono i problemi della

 

città.

Fare terrorismo e spargere allarmismo per poi chiedere l’uomo forte è una ricetta ormai superata e senza senso: la verità è stata detta direttamente dagli uomini e dalle donne che compongono il corpo dei Vigili Urbani, che hanno chiaramente detto che il problema della chiusura della caserma deriva dalla disamministrazione precedente.

L’amministrazione del Sindaco Francesco Miglio, invece, sta approfondendo in maniera seria e pragmatica la vicenda, allo scopo di reperire le risorse per garantire il corretto funzionamento della macchina amministrativa.

I vecchi amministratori sanno (e dovrebbero spiegarlo ai loro … discendenti) che sia la dirigenza finanziaria sia i revisori hanno segnalato delle evidenti criticità nelle voci relative al personale: per questo è improcrastinabile fare chiarezza nel settore economico e finanziario e operare le scelte corrette e giuste per la soluzione dei problemi.

Questa è la verità: non fosse altro che la nuova amministrazione si è appena insediata e non può essere responsabile della chiusura della caserma, delle periferie abbandonate, delle strade dissestate, dei lavori fatti male, del disservizio dell’igiene urbana, del calo della percentuale di raccolta differenziata, del buco nell’ozono, dell’eliminazione ai mondiali di calcio e della caduta dell’Impero Romano!!!

I cittadini di San Severo sanno riconoscere chi da tanti anni si nasconde dietro bugie e affari personali ed aspettano i fatti che questa amministrazione sta sforzandosi di mettere in campo per cambiare le cose.

D’altro canto alcuni segnali forti sono stati già dati: la contestazione di lavori mal eseguiti e la riconvenzionale per prestazioni insoddisfacenti sono elementi di novità che questa città aspettava da tempo.

La città pretende ed attende una opposizione giusta e propositiva sui temi concreti, ma temiamo che dovrà rassegnarsi: taluni soggetti non cambieranno mai.

Andiamo avanti quadruplicando le forze perché siamo consapevoli che il momento è drammatico e che possiamo e dobbiamo cambiare la storia del nostro futuro.

San Severo, oggi 25 agosto 2014.

Per i giovani popolari

Rosa Bramante

Anna Rita La Donna

Iris Ulano

Altri articoli

Back to top button