In evidenza

SAN SEVERO: Miglio “Il programma di finanziamento Rigenerazione Urbana è a rischio”

Il programma di finanziamento c.d. “ Rigenerazione Urbana” voluto all’unisono da tutto il Consiglio comunale di San Severo, a causa dell’insipienza dell’amministrazione in carica, rischia di trasformarsi da grande occasione per la città a vero spauracchio per le casse comunali.

Non voglio soffermarmi

 

sulla questione degli alberi di Viale 2 Giugno, che pur rappresenta un fatto molto grave, essendo state attuate estirpazioni di pini che nella progettazione approvata dalla Regione non erano previste, ma voglio pubblicamente stigmatizzare il modo molto disinvolto con cui l’ A.C. sta sviluppando il programma di finanziamento.

In primo luogo, dalla nota della Regione Puglia con cui si è provveduto alla sospensione delle operazioni si evince che il Responsabile Unico del Procedimento ( RUP) riconosciuto dalla Regione Puglia è il Direttore di Area di Staff del Sindaco, il quale, lo si ribadisce ancora una volta, non può ricoprire tale ruolo, non essendo funzionario dell’Ente, né può essere, come recentemente avvenuto, nominato Dirigente del Settore Ambiente, non avendo 5 anni di servizio in posizione dirigenziale presso una PA.

A tal proposito, ci si chiede come mai si sia tanto celermente provveduto alla nomina del Dirigente all’ambiente, senza preventivamente verificare il possesso, da parte del professionista nominato, del richiesto periodo di servizio ( 5 anni da dirigente presso PA) e poi, al contrario, nell’Avviso Pubblico recentemente pubblicato per il conferimento di incarico a tempo determinato di Dirigente AREA I Patrimoniale, all’art. 4 punto h) si richiede tra i vari requisiti che il candidato sia “ dipendente di ruolo di Comuni, Province, Regioni con almeno 5 anni di servizio svolti in categoria D3 giuridica o di avere ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati…. Per un periodo non inferiore a 5 anni”.

Allora, la domanda che ci si pone è la seguente: per quale motivo nel bando per la nomina del Dirigente a tempo determinato per l’area patrimonio si è considerato il menzionato requisito di servizio ( tra l’altro richiesto dal D.lgs. n. 165/2001) ed invece detto requisito è stato totalmente ignorato e/o non verificato per la nomina del Direttore dell’AREA di Staff a Dirigente del Settore Ambiente?

In più, mi permetto di avanzare molti dubbi su varie determinazioni assunte di recente dal Direttore di Area di Staff, soprattutto su quelle relative alla “ Rigenerazione Urbana” ove si impegnano somme su capitoli in via di formazione ( quindi non ancora esistenti) e, quindi, dalla non sicura copertura finanziaria.

Invero, mi chiedo come si possono impegnare somme che non sono di fatto state ancora introitate?

Il Comune per ora anticipa questi importi in attesa di introitare il finanziamento dalla Regione, ma cosa potrebbe succedere se la Regione Puglia, che è l’ente erogatore del finanziamento, reputasse (anche in conseguenza degli ultimi accadimenti) di sospendere e/o bloccare l’elargizione delle somme finanziate?

Si produrrebbe una spropositata debitoria nei confronti delle varie imprese aggiudicatrici dei lavori, che il Comune di San Severo difficilmente potrebbe fronteggiare.

Allora, molto modestamente mi permetto di dare un consiglio ai nostri amministratori e, cioè, di non ritenere la Rigenerazione Urbana uno strumento per fare ad ogni costo campagna elettorale in favore dell’attuale amministrazione, atteso che l’opinione sull’attuale giunta si è ormai consolidata nell’opinione pubblica, e, quindi, di fare un impiego del denaro pubblico più oculato ed equilibrato.

San Severo, oggi 27 giugno 2013.


Il Consigliere comunale PD

Avv. Francesco MIGLIO

Altri articoli

Back to top button