In evidenza

SAN SEVERO: PD – ORA NON E’ PIU’ SOLO TEMPO DÌ RIFLESSIONE, MA ANCHE DÌ CHIAREZZA POLITICA.

NECESSITA INTERVENTO IMMEDIATO DELLA DIREZIONE PROVINCIALE E REGIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO.

I fatti:

•              Le elezioni comunali di San Severo, si sono svolte con sette candidati sindaci di cui due coalizioni di centrosinistra, capeggiate da Marino e Miglio entrambi fino al 2013 iscritti al PD;

•              Al ballottaggio,

 

sono andate le coalizioni capeggiate da Miglio, per il centrosinistra, e da Lallo per il centrodestra. A questo punto la divisione, che viene da lontano nel PD, si è acuita con il fatto che una parte del coordinamento del circolo PD di San Severo, si è espressa per non votare Miglio ma addirittura alcuni apertamente dicevano che era meglio votare per il centrodestra;

•              A fronte di ciò, un’altra parte del coordinamento del circolo PD di San Severo,  sosteneva l’esigenza di indicare agli elettori di centrosinistra, e del PD in particolare, che, nonostante vi fossero alcune remore, ritenevano giusto votare Miglio e non il centrodestra. Con questa indicazione si sono espressi con forza anche Michele Emiliano Segretario Regionale del PD, il Segretario Provinciale Raffaele Piemontese, l’on. Michele Bordo che hanno tenuto tutti anche un comizio di piazza in diversi giorni;

•              A seguito di questi eventi, la coordinatrice del circolo, Nada Pennacchia, si dimetteva dall’incarico perché non condivideva la posizione della presunta maggioranza del circolo stesso che aveva respinto una mediazione fatta da Emiliano e Piemontese con soli 17-18 voti a fronte dei cinquantuno membri del coordinamento;

•              A questo punto, il presunto presidente di circolo, convocava una riunione non consentita dallo statuto nella quale si procedeva alla nomina di un nuovo coordinatore;

•              Noi riteniamo nulla questa nomina assunta con un procedimento antidemocratico, nella forma e nella sostanza, in quanto contraria a quanto previsto dallo Statuto Regionale, eventualmente di competenza dell’assemblea, carente  nelle presenze e soprattutto inopportuna dal punto di vista politico;

•              Non riconosciamo quest’operazione antidemocratica anche perché tra i presenti alla riunione vi erano persone che hanno, documentatamente, invitato a votare per il centrodestra;

•              Ora, contrariamente a quanto fatto e sostenuto fino a ieri, coloro i quali hanno avversato l’elezione di Francesco Miglio a Sindaco, anche in occasione del ballottaggio, attraverso comunicati, cercano di accreditarsi presso di lui.

Tutti gli estensori del documento inviato in data 16.06.2014, che condividono pienamente il seguente comunicato, invitano gli organismi superiori all’uopo deputati, ad intervenire con immediatezza, per quanto di propria competenza, con lo scopo di fare chiarezza e porre termine a questa situazione non più tollerabile al fine di creare le basi per la costruzione di un PD democratico e finalmente rinnovato.

Inoltre, chiedono al Sindaco avv. Francesco Miglio, al quale, insieme a tutta la squadra, rivolgono gli auguri di buon lavoro, che per eventuali contatti politici con il Partito Democratico, vista la divisione esistente che non legittima nessuna delle parti e fino a quanto non ci sarà un chiarimento con eventuale ricomposizione degli organismi dirigenti, che si dovessero rendere necessari, voglia considerare come interlocutori unicamente il Segretario Provinciale del PD Raffaele Piemontese e/o il Segretario Regionale Michele Emiliano.

San Severo, 20-06-2014

Altri articoli

Back to top button