In evidenza

San Severo – Perseguita ex, arrestato muratore

I Carabinieri hanno tratto in arresto flagranza del reato di atti persecutori (stalking) Vincenzo Trombetta, muratore di 37 anni del posto. L’uomo da qualche tempo aveva cominciato a perseguitare la sua ex fidanzata, impiegata di 32 anni, che aveva troncato una relazione durata circa 4 mesi.

Non

accettando la decisione della donna, Trombetta aveva iniziato ad infastidirla chiamandola in continuazione e seguendo ogni suo spostamento. La giovane donna, in preda all’angoscia, si è quindi rivolta ai Carabinieri a cui ha raccontato la vicenda fatta di continui appostamenti, pedinamenti, sms e telefonate che l’avevano messa in uno stato di paura e soggezione.

Già durante il fidanzamento, il ragazzo aveva dimostrato un atteggiamento possessivo che con la fine del rapporto si era trasformato in una vera e propria ossessione.

Alle continue ed insistenti telefonate ed sms, anche notturne, era seguita anche la violazione del profilo Facebook della vittima ove Trombetta era riuscito ad accedere. Dalla chat del social network l’uomo aveva iniziato a scrivere per conto della ex fidanzata screditandola con amici e conoscenti.

A conferma dei fatti denunciati dalla ragazza, Trombetta, dopo aver incrociato la ex per le strade di Poggio Imperiale mentre a bordo della sua vettura andava in palestra, si appostava all’uscita del centro sportivo iniziando a seguirla nei suoi spostamenti. Spaventata, la giovane ha chiesto all’attuale fidanzato di riaccompagnarla a casa ma Trombetta, dopo averla tempestata di telefonate mute, si appostava sotto la sua abitazione ove la giovane si era rifugiata col fidanzato. Ormai in preda alla disperazione, ha quindi chiamato il 112 raccontando che il suo ex fidanzato era sotto la sua abitazione e aveva paura di uscire. Sul posto interveniva immediatamente una pattuglia della locale Stazione Carabinieri che sorprendeva l’uomo sotto casa della ragazza, all’esterno della vettura.

Trombetta è stato quindi arrestato e sottoposto ai domiciliari. Il giudice ha disposto, inoltre, la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna.

Altri articoli

Back to top button