In evidenza

TEO CIAVARELLA e RITA BOTTO IN CONCERTO

Prende anima sabato 9 novembre la Seconda Edizione di BULLES NOTES : rassegna musicale, artistica e gastronomica delle Cantine d’Araprì di San Severo.
Questa edizione, come lo scorso anno, nasce in collaborazione con Casa Sollievo della Sofferenza e si prefigge di raccogliere fondi e di sensibilizzare l’opinione

 

pubblica all’attualissimo tema della ricerca sulle cellule staminali. Non vi è dubbio che vi sia di fronte a noi la vera nuova frontiera della medicina: l’uso delle cellule staminali è destinato a stravolgere la cura delle più importanti malattie dell’umanità e sarà, con molta probabilità, il passo più gigantesco della storia della Medicina.

I “ragazzi” d’Araprì che, sono sì imprenditori di primo piano a livello internazionale nella produzione di Spumante (solo nel 2013, tra i tanti numerosissimi riconoscimenti, l’Oscar come migliore spumante italiano, conferito al Gran Cuvée 2007 e i cinque grappoli, della prestigiosa guida Bibenda, conferiti alla Dama Forestiera 2008), ma sono soprattutto appassionati al proprio lavoro ed al proprio territorio, mettono a disposizione di questa nobilissima causa un notevole impegno non solo materiale ma, soprattutto, umano.

La rassegna, che inizia tra qualche giorno e terminerà a gennaio, vede il suo esordio affidato ad una delle più passionali voci del panorama nazionale: la cantante catanese Rita Botto. Se esistesse un “fado” italiano, Rita Botto ne sarebbe la più vera e forte espressione. Nata come cantante di jazz, musica brasiliana, blues, decide ad un certo punto di dare voce ai suoni, la luce e la terra della sua Sicilia. La sua voce, passionale e travolgente, rende tastabili la storia, le immagini e i profumi del nostro meraviglioso Meridione, rende ascoltabili la voce dei nostri antenati, le loro passioni, i loro sentimenti traghettandone al presente la loro essenza. Rita Botto regalerà ai fortunati spettatori del concerto del 9 novembre, emozioni forti ed indimenticabili. Chi la accompagna è un musicista ormai noto in tutto il mondo ed orgoglio della nostra terra: il pianista Teo Ciavarella. Teo è musicista apprezzato in tutto il mondo, con collaborazioni di livello stratosferico (basti ricordare Eddie Gomez con cui abbiamo potuto ascoltarlo lo scorso anno o Gerry Mulligan con cui suonò ancora giovanissimo o Lucio Dalla, Gianni Morandi, Gino Paoli e tantissimi altri). Ciavarella divide la sua attività artistica con l’attività didattica presso i conservatori di Ferrara, Bologna e con prestigiose istituzioni come il Berklee College of Music di Boston e il conservatorio di Portorico.
Quest’anno la rassegna sarà arricchita da eventi collaterali come mostre fotografiche e le “cene con gli autori” durante le quali si degusteranno cibi della nostra terra e si ascolteranno testimonianze di personaggi con tematiche di volta in volta diverse, il cui intero programma sarà a breve presentato.
Importanti partner degli eventi saranno, fedelissimi, Michele Sabatino con le sue selezioni gastronomiche e Fornosammarco col suo pane. Alla fine di ogni serata, infatti e come ormai tradizione, si potranno gustare cibi e vini del nostro territorio a porre la parola “Arrivederci”.

Altri articoli

Back to top button