In evidenza

TERMOLI – Il posto dove si vende tutto al posto tuo: l’idea di 3 ragazzi di San Severo bravi a fare affari su internet

Arrivano da San Severo e hanno scelto Termoli per una nuova attività, per ora unica in Molise: vendono al posto vostro le vostre cose sulla ‘piazza’ del web, dalle infinite potenzialità. Un punto

vendita e confronto in centro per una idea interessante che sfida la crisi e l’alternativa della disoccupazione “puntando su una città bellissima come Termoli”. Chi vuole vendere qualcosa li chiama, si fa fare prezzo e scheda tecnica, e affida a loro la merce.

Immaginate di volervi disfare di cose che non vi servono più, che occupano spazio prezioso in casa, che non usate mai oppure che avete acquistato convintissimi che sarebbe stata la ‘svolta’ e vi ritrovate, mesi o anni dopo, ad avere un oggetto perfettamente inutile e perfettamente nuovo. Che farne? Venderlo, ovviamente. Se non altro per rifarvi, almeno in parte, dell’investimento iniziale. Ma a chi? E come? E dove lo trovate il tempo per cercare il cliente perfetto?


Ci sono tre ragazzi, a Termoli, che lanciano una piccola sfida professionale: vendono al posto vostro le vostre cose. La ‘piazza’ è quella , sterminata, del web, dove è facile trovare quello interessato, tanto per dire, allo snowboard ancora incellofanato oppure a quel giaccone pagato un sacco di soldi che non vi ha mai convinto. L’idea nasce all’estero e in Italia è ancora poco cono, almeno così come l’hanno pensata Antonio e Matteo Garrone e Giovanni Morlacco. Hanno 28, 26 e 30 anni e arrivano da San Severo. «ma Termoli ci piace molto di più, e non vediamo l’ora di stabilirci in città». Per il momento fanno su è giù in auto, per aprire e chiudere l’attività inaugurata un paio di settimane fa in centro, in via Cesare Battisti. Un franchising ancora unico in Molise, sul quale hanno scommesso molto. «Io ho fatto questo lavoro per una società per un po’ di tempo, ho visto che gli sbocchi c’erano» racconta Antonio, il ‘capo’ (si fa per dire) del trio, che ha convinto fratello e amico a mettersi insieme per una attività ancora inedita ma dalle potenzialità concrete.

«Naturalmente prima di aprire questo punto vendita, che è un punto servizi soprattutto, abbiamo fatto una indagine di mercato e scoperto che c’erano buone possibilità». Perché proprio Termoli? «Perché è una città bellissima, dove si vive bene e si sta tranquilli» commentano tutte tre, sfatando il luogo comune, piuttosto radicato da queste parti, secondo il quale chi viene qua dalla provincia di Foggia ha cattive intenzioni. La loro intenzione è invece quella di lavorare a un progetto interessante che incrocia domanda e offerta nello spazio apertissimo di internet, dove oltre al noto e-buy ci sono molti altri siti, più o meno specializzati, dove acquistare e dove vendere.

Vale la pena dare un’occhiata più da vicino al funzionamento di questo servizio, perché è proprio in questa che c’è la novità. Come funziona, dunque? «Se tu vuoi vendere, per esempio, una poltrona, un computer, una macchina fotografica, una borsa, una lampada, insomma qualunque cosa, ci chiami e noi veniamo da te a vedere e valutare l’oggetto». Il venditore in pratica non deve fare nulla, nemmeno alzarsi dal divano. Loro arrivano, scattano foto, valutano il prezzo di mercato, preparano la scheda e ti dicono quanto puoi ricavarci, una vota decurtata la somma destinata alla loro percentuale.

«Che è abbordabilissima e che incassiamo solo a vendita conclusa».

Un po’ creatori di nuovi canali promozionali (ogni oggetto è vendibile, basta saperlo presentare nel modo giusto), un po’ tecnici e un po’ svuotacantine, visto che si occupano di prendere e portare la potenziale merce con mezzi propri. Nel negozio di zona Madonnina, a Termoli, si può trovare di tutto ma è comunque solo un indicatore generale di quello che Termoli.buybilonia.com vende e dove si può anche acquistare. Dai mobili all’oggettistica agli articoli sportivi e di tempo libero all’indispensabile. Abiti, scarpe, casalinghi, nuovo e usato. E un occhio di riguardo naturalmente all’elettronica, che gioca sempre la sua parte di primadonna sul mercato online come sul mercato reale. «Ci crediamo, ci è sembrato un bel progetto e siamo convinti che Termoli sia il posto giusto per un’attività di questo tipo».

L’alternativa era restarsene a casa senza fare niente, oppure accontentarsi di qualche lavoro saltuario e poco gratificante. «Invece ci siamo detti che dovevamo almeno provarci. E ci stiamo provando, con un investimento contenuto e mettendo a frutto le nostre conoscenze del mercato web, dove noi stessi acquistiamo abitualmente e dove abbiamo fatto ottimi affari». Strizzata d’occhio, sorriso e una bella carica di entusiasmo: la reazione alla crisi funziona anche così

Altri articoli

Back to top button