In evidenzaPolitica

TUTTO TACE AL COMUNE: SI ASPETTANO LE ELEZIONI REGIONALI…MA ROSA CAPOSIENA TORNA A PUNGERE

Caos calmo a Palazzo dei Celestini, a San Severo, tanto tra i banchi della maggioranza, quanto tra quelli della “silente” opposizione. Qualcosa, però, nell’aria c’è visto che si muovono solo le persone, quasi come una partita a dama, da una parte all’altra, dell’aula consiliare o della scacchiera, che dir si voglia. La partita è iniziata il 3 ottobre quando il consigliere comunale, Leo Irmici, dopo appena 90 giorni dalla proclamazione degli eletti, si è spostato dal centro destra con “Direzione Italia”, verso il gruppo “Liberi e Forti”, già UdC (Ondina Inglese, capogruppo,Antonio Carafae Michele Del Sordo). Intanto, l’opposizione perdeva un altro consigliere comunale: Morena Fontanello, eletta in Forza Italia, si era dichiarata“indipendente”, raggiungendo i colleghi: Lidya Colangelo, ex Città Civile e Giuseppe Manzaro, ex Lega. Cosa ne pensa, il capogruppo di Forza Italia, Rosa Caposiena, rimasta a fare opposizione (quasi da sola) come far suo? “La questione di Morena Fontanello è nota già da un paio di mesi e il suo abbandono da Forza Italia non è più una novità, così il suo passaggio tra gli indipendenti. Anche lei, come Lidya Colangelo,andrà a votare i provvedimenti di volta in volta e quelli che riterrà più attinenti al suo modo d’intendere la politica”. Dopo Francesco Sderlenga che ufficialmente è candidato al consiglio regionale con Senso Civico, nel centro sinistra, l’altro candidato di San Severo, ma con il centro destra sarà, molto probabilmente, l’ex preside, Antonio Demaio, con Fratelli d’Italia. Circolano altri nomi, così come circolava anche quello di RosaCaposiena, nel centro destra. Ma così, almeno per lei, non è: “Mi hanno chiesto in tutte le salse la disponibilità alla candidatura per le elezioni regionali chiaramente, con Forza Italia. Ma alle lusinghe ho risposto: No, grazie! – ha ribadito l’ape regina del centro destra sanseverese che è tornata a pungere –In primis, perché mi sto concentrando molto sulle dinamiche politiche cittadine e sono in attesa delle linee programmatiche di mandato dell’amministrazione comunale. Inoltre, perché non rientra nel mio modo di agire, partecipare alle competizioni elettorali solo per fare il portatore di voti. Tutto ciò in quanto considero la candidatura un atto di servizio. D’altro canto, manfredoniani e foggiani sapranno come muoversi diversamente per avere voti di lista. Sia chiaro che sono convinta che il centro destra unito conquisterà la Regione Puglia”. Le conclusioni di Rosa Caposiena, sempre in merito alle elezioni di primavera: “Oltretutto ci aggiungo che la mia città, non riesce a fare un ragionamento di sistema da anni poiché è chiaro che un consigliere regionale di San Severo, potrà essere eletto solo con l’unità politica e trasversale. Probabilmente all’attuale compagine politica nostrana, oltre che sanseverese, fa ancora piacere indossare i galloni luccicanti della ‘legione straniera’. La prova provata è già arrivata con le dinamiche delle scelte legate alle candidature a sindaco della mia città”. Il riferimento del capogruppo di Forza Italia è senza ombra di dubbio alle primarie del centro destra, vinte per pochi voti da Maria Anna Bocola e poi candidata a sindaco, in quota Lega. Ma è tutta l’opposizione a restare in letargo politico, quasi in stato comatoso, considerando che i vari competitor di Francesco Miglio, avevano portato accese e interessanti discussioni e obiezioni, sulle tematiche ambientali, sui rifiuti, sul verde pubblico, ecc.. C’è da dire, però, che si registra unefficiente funzionamento delle commissioni consiliari. Alcuni ben informati del palazzo, inoltre, dicono che nemmeno la primavera risveglierà i consiglieri d’opposizione dal letargo; mentre potrebbe accadere qualcosa all’interno della maggioranza.

B.A. P.

Altri articoli

Back to top button