Webp.net-gifmaker (5)
LE ‘SCORIE’ DELLE ULTIME ELEZIONI FRENANO TUTTI - La Gazzetta di San Severo
Comunicati In evidenza Prima pagina

LE ‘SCORIE’ DELLE ULTIME ELEZIONI FRENANO TUTTI

editoriale1-300x204

di DESIO CRISTALLI

Si pensava che la riorganizzazione messa in piedi per l’ultima campagna elettorale politica del 4 marzo scorso avrebbe creato un’onda lunga verso la competizione amministrativa comunale della primavera 2019. E’ invece palese che c’è stato un generale rallentamento, forse dovuto ai tre mesi difficili per la composizione del nuovo Governo. Il Centrosinistra a livello nazionale si è autopunito relegandosi senza riserve all’opposizione, mentre qui emergeva il fatto nuovo del riavvicinamento FRANCESCO MIGLIO-DINO MARINOche dovrebbe durare fino alle elezioni comunali, ci dicono con concrete possibilità che anche il resto del PD locale benedica la ritrovata alleanza degli ex ‘acerrimi amici’. Sta di fatto che non sarà facile ridare al Centrosinistra in appena nove mesi quell’autorevolezza elettorale dilapidata dal PD un po’ dappertutto. Ci vorrà una forte squadra di Centrosinistra che al momento non appare all’orizzonte. Quanto al Centrodestra, era emerso un rinnovato smalto che aveva portato a credere di poter rimettere insieme una coalizione solida dei partiti e movimenti vecchi e nuovi. Ma forse l’alleanza M5S-LEGA a livello governativo ha un po’ scompaginato le carte, anche perché da queste parti ‘Forza Italia’ continua, in controtendenza, ad essere molto più forte dei ‘salviniani’ (che pur rimanendo di fatto alleati vengono percepiti da molti elettori nostrani di Centrodestra ‘pentastellatamente equivoci’…). Il recente rilancio organizzativo di vertice di Forza Italia in Città e la tanta buona volontà della Lega per rimettere insieme tutte le ‘anime’ locali di Centrodestra, oltre agli sforzi dei simboli minori decisi a crescere, garantiscono ancora poco o nulla come coalizione.Quanto, infine, al Movimento Cinque Stelle, la ‘razzia’ di voti fatta dappertutto, anche in Capitanata e a San Severo, sembrerebbe garantire un buon futuro politico-amministrativo ma, tra nove mesi, la realtà potrebbe essere diversa se il nuovo Governo non dovesse far sentire concreti benefici da queste parti attraverso i parlamentari dauni. Va anche fatto notare che in Città ci sono state evidenti e conclamate delusioni di rappresentanti di vertice della prima ora, che hanno ritenuto di essere stati defenestrati ingiustamente dalle candidature. I ‘pentastellati’ restano comunque in corsa per un buon risultato municipale, pur se qui il Centrosinistra (perché storicamente forte ed ora coalizione vincente uscente) ed il Centrodestra (perché negli ultimi 25 anni capace di governare con GIULIANO GIULIANI per due consiliature e GIANFRANCO SAVINO per una consiliatura) rimangono, più che altrove, ossi duri da battere. Conclusione: al momento sono TUTTI in stand by…e non si sa quando tale stallo pratico finirà ridando vita ad un dibattito che langue alquanto anche per l’apatia popolare che di questi tempi affligge l’elettorato attivo di ogni parte d’Italia.

 

 

banner 400x400