Comunicati

A Confesercenti piace la proposta del “Buon Samaritano”, adesione al progetto e necessità di erIgere un muro contro il dilagare della criminalità

Piena adesione della Confesercenti alla proposta del presidente dell’Associazione “Il Buon Samaritano”, Pippo Cavaliere, affinché la lotta alle azioni malavitose

 

venga intensificata. Con questo obiettivo, mette a disposizione dei sottoscrittori del proposto “patto per la legalità” il numero verde di SOS Impresa, iscritta al n. 3 del registro  delle associazioni anti racket istituito presso la prefettura di Foggia, impegnata dagli inizi degli anni 2000 nella lotta ai fenomeni criminali come l’usura e il racket.
L’impegno si rende sempre più necessario alla luce delle ultime, recenti attività delinquenziali messe in atto a Foggia e in provincia. Ultima, in ordine di tempo, la bomba fatta esplodere ieri pomeriggio all’ingresso di un punto scommesse di Foggia. Un attacco sfacciato della malavita, in pieno giorno e che poteva fare danni più ingenti. «C’è bisogno di ergere un fronte comune – dichiara Carlo Simone, presidente della Confesercenti Foggia –  che veda protagonista il mondo istituzionale, civile e sociale contro quella che è ormai divenuta una piaga del nostro territorio e di cui sarebbe ora prendere coscienza. Non si può tollerare che questa emergenza dilaghi sempre più a scapito di imprenditori perbene che non si sentono tutelati e difesi». Confesercenti mette a disposizione degli enti e istituzioni che aderiscono al “patto per la legalità”  anche una locandina per la divulgazione del numero verde e di uno  sportello denominato  “L’Amico Giusto”.

 

Altri articoli

Back to top button