ComunicatiPrima pagina

AL DE AMICIS PRESENTATO IL CD CON L’INNO “LA SCUOLA CHE VORREI”.

Nei giorni scorsi, nell’incantevole cornice dell’Auditorium dello storico Edificio Scolastico “Edmondo De Amicis” si è tenuta la cerimonia di presentazione e consegna del CD prodotto dalla scuola, contenente l’inno del De Amicis. All’incontro hanno preso parte anche il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Celeste Iacovino. I CD sono stati consegnati ai rappresentanti delle classi quinte: per le misure anti COVID-19 erano presenti in maniera simbolica solo un bambino per classe e i docenti delle classi quinte. 

Dopo i saluti della dirigente dell’istituto Anna Maria Troiano e del Sindaco Miglio, è stato presentato l’inno “La Scuola che vorrei” inciso dai bambini, con la collaborazione di Mirella Foschi come vocal coach, di Matteo Foschi per la grafica del CD e di Edgardo Caputo, che ne ha curato l’arrangiamento e l’incisione.

La dirigente Troiano ha donato il CD al Comune di San Severo “Come segno di gratitudine – ha precisato – per l’ampia disponibilità e sensibilità dimostrata nel corso del difficile anno scolastico 2019/2020 verso il mondo scolastico sanseverese.

“Ci piace sottolineare – hanno dichiarato il Sindaco Miglio e l’Assessore Iacovino – come il 15 aprile scorso sulla pagina Facebook dell’Assessorato alla Cultura di San Severo era stato pubblicato in anteprima un video tratto dal CD in cui il Piccolo Coro del De Amicis, la dirigente scolastica e i docenti del Circolo didattico avevano presentato l’inno LA SCUOLA CHE VORREI. Una iniziativa dettata dall’impossibilità a tenere la rappresentazione programmata con l’Assessorato nel decorso mese di maggio al Teatro Comunale Verdi. L’emergenza COVID19 non ha fermato la gioia e la voglia di comunicare dei bambini e delle docenti: “La scuola che vorrei” è la scuola della collaborazione, dell’innovazione, dell’inclusione, della cultura. È la scuola dove i protagonisti sono i bambini…cittadini del domani”.

SAN SEVERO, 1 luglio 2020

                                                                  l’Addetto Stampa

                                                                  dott. Michele Princigallo

 

Altri articoli

Back to top button