ComunicatiPrima pagina

AL “DI SANGRO” VA REINTEGRATO IL COMMISSARIO DOTTOR MARIO VACCARELLA

Scusate se scrivo sempre, ma da semplice cittadino e con una scolarizzazione bassa, con un modesto diploma di scuola media inferiore, rispetto a FRANCESCO MIGLIO, avvocato e laureato, non capisco la citazione da lui scritta per quanto riguarda l’avvicendamento del Dott. MARIO VACCARELLA: “Approveremo lo Statuto dell’Ente morale Di Sangro e nomineremo il CdA per una gestione più trasparente a beneficio della collettività”. Ma perchè la gestione commissariale attuata dal 2009 ad oggi dal Dott. VACCARELLA non è stata trasparente e a totale beneficio della collettività? Infatti, con casse trovate totalmente vuote e portate a 81.000 euro di contante e aumentato il capitale a 800.000 euro, oltre ad aver promosso i prodotti agricoli del territorio, ha contribuito al risanamento concreto dell’economia, non ha beneficiato la collettività? Ma se proprio si desidera formare un CdA non necessario ma magari solo per poterci piazzare qualche altro politico ‘amico’ o ‘amico dell’amico’ non poteva lasciare il dott. MARIO VACCARELLA, che per unanime riconoscimento ha ben operato, fino a quando tale statuto non verrà approvato?

Ma si rende conto, delle palesi contraddizioni? Ma è consapevole di quello che sta facendo?

Fossi in lei, Sig. MIGLIO, in nome di quel BENE COMUNE sempre predicato e mai applicato, reintegrerei immediatamente il Dott. VACCARELLA nelle sue funzioni porgendogli anche tutte le scuse che il caso richiederebbe. Se questo non avverrà tutti i dubbi sulla scelta …politica da lei fatta verranno avvalorati e prenderanno più corpo e i cittadini di San Severotrarranno le giuste conclusioni.

ADRIANO MARRACINO

Altri articoli

Back to top button