Comunicati

Approvato il bilancio d’esercizio al 31.12.2018 Riconfermata la governance Indispensabile l’utilizzo del Fondo Antiusura (legge 108/96)

Le prime Cooperative di garanzia costituite nel 1967, oggi comunemente denominate “Confidi”, ricoprono
da anni un ruolo molto importante nella fase di concessione del credito; infatti, la loro funzione consiste nella prestazione
di garanzie volte a favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, senza la quale molte di queste non avrebbero
la possibilità di vedersi concedere alcun prestito da parte delle banche.
Nella nostra regione esistono oltre quaranta realtà attive, denominati “Confidi minori” non vigilati; circa la
metà di questi risultano essere capitalizzati e che quindi potrebbero presentare domanda di iscrizione al nuovo albo 112 bis
T.U.B., i restanti potrebbero avvalersi dei cosiddetti processi di fusione o di aggregazione in rete.
La nostra Cooperativa svolge il proprio ruolo al servizio di circa cinquecento imprese del mandamento con
ottimi risultati, in un periodo di grandi cambiamenti ed in un contesto economico ancora negativo alla luce del perversare
della crisi che ha visto la chiusura di tante botteghe artigiane e piccole attività commerciali.
La Cooperativa, già dall’anno 1999, garantisce finanziamenti bancari anche a imprese che versano in difficili
situazioni economiche con l’ausilio del Fondo Antiusura del Ministero dell’Economia e delle Finanze (legge 108/96).
I risultati ottenuti evidenziano il ruolo fondamentale della nostra struttura che si pone come utile e necessario
strumento al servizio delle piccole e medie imprese in start – up, ai liberi professionisti, alle aziende agricole, ai
commercianti, agli artigiani ed agli imprenditori iscritti negli albi camerali che, alla luce dei nuovi regimi fiscali (forfettari),
possono essere garantiti solo dalle Cooperative / Confidi.
Nel corso dell’anno sono state intraprese trattative con gli Istituti Bancari del territorio volte ad instaurare
rapporti di collaborazione che mostrano disponibilità e lungimiranza e che meglio rispondono ai bisogni delle piccole e
medie imprese. Frutto di questi incontri è stato l’adeguamento del tasso d’interesse che migliora dal 5% al 3,20%.
La nuova governance, nelle persone del Presidente p.t. Sig. Mennuni Pasquale, del Vice Presidente p.t. Sig.
Gisario Luigi e del Consigliere Sig. Grieco Giuseppe, già dal 2015, hanno creduto nella costituzione della Rete Confidi
Pugliese in Bari e nella costituzione dell’Associazione Nazionale per i Confidi Minori, denominata “Asso 112” in Roma,
che ci vede presenti e parte attiva al tavolo delle trattative del Ministero dell’Economia.
A breve, presso le sedi sopracitate, le organizzazioni si batteranno per il rafforzamento della capitalizzazione
dei Confidi Minori che rispondono fortemente alle esigenze delle piccole aziende.
Cerignola, 20.06.2019

Altri articoli

Back to top button