Comunicati

APRICENA – L’EX SINDACO POTENZA PUNTUALIZZA

Antonio Potenza risponde pubblicamente alle dichiarazioni dell’onorevole Bordo del pd il quale, probabilmente male informato dai quadri dirigenziali di Apricena del suo partito, ha rilasciato affermazioni errate sulla situazione dei servizi sociali della nostra Città.

A Bordo, Potenza spiega che non è stato smantellato

 

nessun sistema sociale e che la gestione delle strutture, prima tra tutte il centro Ninfea, è stata assegnata tramite bando pubblico seguendo gli standard stabiliti dal Piano di Zona e dalla Regione Puglia. Chi, in passato, ha assunto 13 persone laddove le regole ne prevedono 4-5 non lo ha fatto pensando all’implementazione del servizio. Antonio Potenza e la sua Amministrazione hanno semplicemente operato secondo la legge. Quindi Bordo, spiega Potenza nel video, avrebbe fatto bene a documentarsi prima di esprimere critiche così dure nei confronti di chi, amministrando, cerca di risolvere i problemi della gente. Come lo stesso Bordo, insieme ai parlamentari a Roma, è chiamato a fare per tutta l’Italia. Il video di Antonio Potenza arriva poche ore dopo quello di Berlusconi. Qualcuno potrà fare facili ironie, ce le aspettiamo. Ma, non importa. Antonio Potenza ha scelto questa modalità per rispondere in maniera immediata e diretta a Bordo, volendo metterci la faccia. Il pd di Apricena, invece, sceglie ormai di nascondersi dietro un parlamentare, che chiama in causa per tentare di avvalorare tesi che non stanno in piedi. A quanto pare non si ha più nemmeno il coraggio di mettere la firma alle proprie dichiarazioni e si cerca di fare rumore scomodando addirittura gli amici di Roma. Antonio Potenza, usando toni pacati e moderati, ha risposto alle perplessità di Bordo. Ha approfittato di questa situazione anche per esporre la posizione della lista “Uniti per Cambiare” in merito all’adozione del codice etico in campagna elettorale proposto da un imprenditore di Apricena e già avallato dai Giovani Democratici. “Siamo pronti a stilarlo e a sottoscriverlo anche con i Giovani Democratici (a cui mando un sincero in bocca al lupo) e con tutte quelle forze che si rispecchiano nei valori della legalità. Con chi non ama questi valori, non vogliamo nemmeno sederci al tavolo”, ha concluso.

 

Altri articoli

Back to top button