Comunicati

Assoturismo Confesercenti: «Basta inutili rivendicazioni»

Aeroporti Puglia proceda all’allungamento della pista  del “Gino Lisa”
e gli imprenditori assicureranno i costi di gestione dei voli

Confesercenti interviene sull’assurda decisione di Aeroporti Puglia di sospendere la procedura di gara per i lavori di prolungamento della pista di volo dell’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia. «La realizzazione di una infrastruttura – sostiene

 

Carlo Simone, presidente provinciale di Confesercenti – non può essere considerata “aiuti di  Stato”: ognuno faccia la propria parte. La Regione e Aeroporti  Puglia procedano all’allungamento della pista, noi organizzazioni imprenditoriali invece dobbiamo produrre accordi tra gli imprenditori dei settori turistico, enogastronomico, agroalimentare e dei servizi affinché nel medio periodo si raggiunga un adeguato utilizzo dello scalo in modo da garantire il pareggio dei costi di gestione».
Poi Simone incalza e individua nuovi spunti di dibattito. «Le organizzazioni degli imprenditori – insiste Simone – la smettano di essere semplicemente autoreferenziali e limitarsi ad avanzare alle istituzioni mere rivendicazioni. Occorre essere propositivi, qualche neopresidente si faccia spiegare da un suo illustre predecessore, Alberto Cicolella, come si producono atti concreti e autofinanziati dal territorio per costringere poi le istituzioni di livello superiore a finanziare servizi utili allo sviluppo della nostra Provincia. Confesercenti è pronta ad accettare la sfida del mercato ma deve essere messa in condizione di competere. Da una ricerca di Assoturismo emerge che, adeguando l’infrastruttura aeroporto per accogliere charter e cargo, si potrebbe avere un maggiore sviluppo dei settori turismo e agroalimentare che sono i punti forti della Capitanata».
Non mancano le proposte per dare una svolta a un confronto ormai arenatosi su banali e inutili prese di posizione e pochi fatti concreti. «Per quanto ci riguarda – conclude il presidente provinciale di Confesercenti – siamo pronti a sottoscrivere accordi con i nostri Consorzi turistici delle regioni del Centro Italia per inserire nei loro pacchetti turistici una settimana nella nostra Provincia dal mese di aprile a ottobre a condizioni che ci siano certezze sulla data di utilizzo della pista per voli  charter, perché non si può programmare di allargare la stagione turistica e proporre i nostri eccellenti prodotti agroalimentari ed enogastronomici a nuovi mercati se non vi è la certezza del collegamento aereo capace di trasferire i turisti dal Nord Europa e da altri paesi che guardano con interesse alla nostra Provincia o di trasferire rapidamente le nostre eccellenze in nuovi mercati».
A questa iniziativa va affiancata le potenzialità degli accordi che potrebbero essere attivati da altre Organizzazioni che hanno la pretesa di avere l’egemonia del settore. Confesercenti stima un’occupazione di posti letto pari a circa il 40% di quelli disponibili da aprile a ottobre che comporterebbe per il nostro aeroporto una rotazione di voli per l’intero periodo di circa 40 charter la settimana.
Con questo spirito aderiamo all’iniziativa del Consiglio Comunale di Foggia che pensiamo possa: 1) affermare una nuova volontà propositiva; 2) fissare precisi obiettivi da perseguire con azioni decise e mirate; 3) prevedere chiari impegni a investire, ognuno per la propria parte, in un arco temporale almeno di medio periodo; 4) implementare una rete di servizi per agevolare l’utilizzo dell’aeroporto da parte di tutto il territorio e delle province limitrofe. Non va persa un’occasione ghiotta per avvicinare la nostra provincia al resto del mondo.

 

Altri articoli

Back to top button