Comunicati

Bando Concorso di poesia “Terramia” – Agenda poetica 2014

Tema: “Spreco alimentare e agricoltura familiare”.

La Fondazione Terramia nasce nel 1997 con l’intento di promuovere i valori della famiglia, dell’amicizia, della solidarietà, della reciprocità e del mutuo soccorso; formare, selezionare e organizzare corsi ed eventi; studiare,

 

ricercare, valorizzare e promuovere il patrimonio storico-artistico-culturale-archeologico-paesaggistico.

Un altro obiettivo è di ricercare e valorizzare non solo il territorio, ma la storia e le tradizioni e le ricchezze eno-gastronomiche della terra con il fine di riportare in auge un modo di vivere e nutrirsi legato alla natura e al ciclo naturale delle stagioni.

Queste sono le motivazioni che hanno spinto la Fondazione Terramia a bandire la  Prima Edizione del Concorso di poesia “Terramia” con la quale vuole sollecitare la nascita di versi in cui si rifletta sullo spreco alimentare e sull’agricoltura familiare condotta, di generazione in generazione, dai piccoli contadini.

Secondo stime FAO, un terzo del cibo prodotto nel mondo è sprecato: vuol dire 1,3 miliardi di tonnellate all’anno. Un insulto alla fame nel mondo e una perdita insostenibile da un punto di vista ambientale ed economico. Così l’Unione Europea prende posizione e dichiara guerra allo spreco alimentare nel tentativo di bloccare l’emorragia di cibo che trascina con sé una notevole perdita di suolo, acqua ed energia.

Ogni europeo getta via 179 chili di alimenti. E assieme a questi alimenti vanno in malore l’energia e l’acqua servite a produrli: nel 2010, in Italia, si sono persi in questo modo 12 miliardi di metri cubi di acqua virtuale (contenuta nei prodotti), equivalente a circa un decimo di quella dell’Adriatico.
Secondo i dati elaborati da Last Minute Market, a livello domestico in Italia si sprecano mediamente il 17% dei prodotti ortofrutticoli acquistati, il 15% di pesce, il 28% di pasta e pane, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini. E da un punto di vista economico, per una famiglia italiana lo sperpero alimentare significa una perdita di 1.693 euro l’anno.
Il 2014 sarà anche l’Anno Internazionale dell’Agricoltura Familiare (IYFF), fortemente voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La campagna in favore dell’IYFF ha avuto inizio nel 2008 e ha potuto contare, da sempre, sull’appoggio di oltre 350 organizzazioni  provenienti da oltre 60 paesi in tutto il mondo. I lavori preparatori per la celebrazione dell’anno internazionale dell’agricoltura familiare e di piccola scala saranno condotti dalla stessa società civile sotto l’egida delle rappresentanze contadine, pastorali, dei sistemi di pesca tradizionale e, non da ultimi, dei popoli indigeni. L’iniziativa sarà focalizzata sulla ricerca di risposte concrete ai problemi e alle aspettative delle comunità rurali, ovunque esse si trovino, in modo da poter rivolgere ai governi un piano d’azione ben preciso funzionale al  rigoglio e alla tutela dell’agricoltura familiare sostenibile.

La prima edizione del Concorso di Poesia “Terramia” sarà curata dal poeta Raffaele Niro.

Regolamento

La Fondazione TerraMia invita alla partecipazione gratuita tutti coloro che praticano la scrittura poetica, mediante l’invio dei propri elaborati come segue:

– massimo 2 poesie inedite, per massimo 28 versi ciascuna (comprese spaziature interne ai versi, titolo e nome autore);

– termine ultimo per l’invio: 15 novembre 2013;

– invio dei testi, in un unico documento formato Word, unicamente via mail all’indirizzo info@daunia.org riportando come oggetto: “PARTECIPAZIONE AL CONCORSO DI POESIA TERRAMIA”;

– nella mail di accompagnamento indicare i dati personali, indirizzo, breve notizia biografica e la seguente dichiarazione:

Dichiaro che gli elaborati qui proposti sono di mia produzione e sono inediti. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi della disciplina generale di tutela della privacy (L. n. 675/1996; D. Lgs. n. 196/2003).

Le selezioni saranno pubblicate sul sito www.daunia.org entro il 30 novembre 2013 e agli autori selezionati verrà inviata comunicazione personale. Le poesie selezionate saranno pubblicate nell’Agenda Annuario 2014 della Fondazione TerraMia. L’Agenda Annuario sarà disponibile per la consegna, mediante prenotazione, con un contributo di 10 euro a copia più spese di spedizione.

Segreteria del concorso:

www.daunia.org

www.facebook.it/fond.terramia

info@daunia.org

T. 0882/334886

Cel. 342/1217775

Il curatore:

Raffaele Niro è nato nel 1973 a San Severo. Ha pubblicato: Evoluzioni di un motore in quattro tempi (Terramia, 2001), Vuoti a rendere. Poesie sostenibili 2001-2006 (Rhymers’ Club, 2006), Game’s lover (Rhymers’ Club, 2009), Cartacanta (Di Salvo, 2009, menzione d’onore Premio Montano 2010 Poesia Edita), Carte d’identità (Sentieri Meridiani, 2011) con il pittore Generoso D’Alessandro, Lingua di terra (La vita felice, 2013). Collabora con giornali, riviste e radio. È presente in diverse antologie sia di poesia sia di narrativa. È direttore artistico del festival DauniaPoesia (dauniapoesia.org).

Raffaele Niro
www.raffaeleniro.eu

Altri articoli

Back to top button