Comunicati

CENTRO “EINAUDI”, NOBILE ACCADEMIA DEI SAPORI ANTICHI–CONFRATERNITA ZUPPETTA SANSEVERESE

Il 10 giugno si è riunita, nella sede del Centro “L. EINAUDI”, la Giunta europea della rete di cooperazione dell’itinerario culturale “LE VIE DI CARLO V” di cui ROSA N. TOMASONE è Vice Presidente, per i consueti lavori di programmazione. Al termine i soci hanno offerto agli ospiti e al grande gruppo dei rievocatori e dei soci stessi una cena luculliana basata sui piatti tipici della tradizione locale. Nell’occasione è stata istituita LA NOBILE ACCADEMIA DEI SAPORI ANTICHI-CONFRATERNITA DELLA ZUPPETTA SANSEVERESE con degustazione della stessa. Il piatto tipico della tradizione natalizia sanseverese affonda le sue origini nel ‘500 e lo si ritrova alla tavola del grande Imperatore CARLO V con qualche variante legata al gusto del tempo. L’11 dicembre, in occasione della serata di chiusura dell’anno sociale, sono stati presentati i vari organismi, il motto, i colori della divisa e tutto ciò che ruota intorno all’Accademia, perchè faccia il suo debutto in Europa e possa gemellarsi con le consorelle. La finalità è quella di inserire nell’itinerario la gastronomia di San Severo per la promozione dei prodotti locali e la “zuppetta” ne è l’emblema e ne contiene diversi. Ma certamente non resterà unica Confraternita di questa Accademia poichè, essendo un piatto tipico natalizio, troverà buona compagnia nelle “cartellate “ o “nevole” già presenti al banchetto nuziale della Regina di Napoli (6 dicembre 1517) BONA SFORZA con SIGISMONDO i re di Polonia. Nell’occasione vennero servite ricoperte di miele o vincotto detto anche ippocrasso. L’eredità, che ci viene da un periodo storico ricco di eventi e fervido di creatività, contribuisce a formare quella identità culturale che è alla base del patrimonio di un popolo ed è in grado di renderci, ancora oggi, promotori di un processo più vasto che forma l’identità europea. Identità, patrimonio, eredità, storia, tradizioni … sono elementi che ci rendono parte integrante dell’itinerario culturale europeo “LE VIE DI CARLO V” che non si configura con le orme o con il tracciato di una strada, che non disegna confini aleatori e spartizioni campanilistiche di territori, ma si fonda su radici comuni, valori, lingua, tradizioni, fatti storici, personaggi… E con il nuovo anno il Gran Maestro con il Gran Sommelier, il Gran Cerusico, il Gran Leguleio ed il Gran Consiglio dei dignitari e lo staff degli addetti ai lavori promuoveranno i piatti ed i prodotti del territorio.

Altri articoli

Back to top button