ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Compostaggio: La parola ai cittadini con il referendum è la proposta di Fratelli d’Italia

Sulla questione compostaggio Fratelli d’Italia non ha dubbi e sottolinea l’importanza di coinvolgere i cittadini nelle scelte strategiche che riguardano la città e nel farlo di utilizzare lo strumento del REFERENDUM CONSULTIVO COMUNALE, così come proposto già nel mese di aprile per voce del capogruppo in Consiglio Comunale, Francesco Stefanetti.

L’impegno profuso dal Consigliere è stato determinante ed afferma: “Non abbiamo potuto formalizzare, fino ad oggi, la nostra proposta semplicemente perché ci è stata celata l’esistenza di un Regolamento, indispensabile per l’indizione del Referendum, irreperibile anche sul sito istituzionale del Comune. Adesso però abbiamo la possibilità di condizionare pesantemente l’Amministrazione Miglio che è fuggita ad ogni occasione di confronto politico mantenendo il massimo riserbo sull’approvazione dell’iter autorizzativo dell’impianto proposto dalla Sagedil, non comunicandone neanche l’esito alla cittadinanza.”

Fratelli d’Italia chiarisce che la propria contrarietà alla realizzazione dell’impianto in questione non è ascrivibile a posizioni preconcette né tantomeno deriva dalla volontà di fare strumentalizzazioni ad ogni costo ma scaturisce da semplici considerazioni basate sulla logica. “Il territorio non ha bisogno di altri impianti di compostaggio perché è già ampiamente autosufficiente nello smaltimento dei propri rifiuti organici. Se proprio dovesse manifestarsi la necessità di realizzarne uno, preferiremmo un impianto caratterizzato da una partecipazione pubblica, di tipo anaerobico, da un’inferiore capacità di trattamento e sviluppato su un sito in cui il rischio per la città di incorrere nelle fastidiose emissioni odorigene sia ridotto a zero”.

Fratelli d’Italia plaude ad ogni iniziativa intrapresa da qualsivoglia soggetto, di natura civica o partitica, finalizzata a tutelare l’interesse della comunità ed al contempo prende le distanze da chiunque fa allarmismo ambientale o di salute pubblica.

“Invitiamo TUTTI, cittadini, associazioni, comitati, consiglieri, partiti alla collaborazione e pertanto all’adesione al comitato referendario necessario alla sottoscrizione e presentazione del quesito referendario che verrà presentato ufficialmente la prossima settimana. L’impegno di tutti è necessario e doveroso per il raggiungimento di questo comune obiettivo. Riteniamo che l’interesse della città sia SUPERIORE e se chi è deputato a tutelarlo, fa altro, allora è nostro dovere dare alla cittadinanza la possibilità di esprimersi compiutamente”.

si ringrazia per la cortese attenzione e si augura buon lavoro

Altri articoli

Back to top button