Comunicati

Compostaggio, la ricetta del WWF perfettamente in linea con quanto deciso dalla Giunta

Il Sindaco Francesco Miglio plaude alla ricetta del WWF per produrre compost di qualità senza la presenza di odori nauseabondi per la popolazione. “Quanto dichiarato dal WWF – spiega il Sindaco Francesco Miglio – conferma che la strada intrapresa dal Comune di San Severo, sugli impianti di trattamento della frazione organica proveniente dalla raccolta differenziata, è quella giusta”.

Infatti quanto affermato dall’associazione ambientalista è in perfetta sintonia con la Deliberazione di Giunta Comunale n. 142 del 22-7-2015 che pone l’attenzione, con le prescrizioni tecniche assunte, alle prime fasi del processo: fase di conferimento e stoccaggio, ma soprattutto al sistema di abbattimento delle emissioni in atmosfera.
Infatti tra le prescrizioni riportate per la fase di conferimento e stoccaggio vi è la seguente:
“La fase di stoccaggio comprende le operazioni di conferimento del rifiuto che deve avvenire al chiuso in un ambiente con un ricambio d’aria di almeno 4 volumi di aria/ora, l’aria esausta dovrà essere purificata attraverso apposito impianto di aerazione detto anche “sistema di abbattimento delle emissioni in atmosfera”. La zona di conferimento del materiale dovrà essere dotata di doppia porta a chiusura rapida e automatica (senza intervento umano), il mezzo di trasporto durante lo scarico dovrà posizionarsi dopo la prima porta che dovrà trovarsi nella posizione di chiusura prima dell’inizio della fase di scarico nella cosiddetta “zona filtro”. La seconda porta sarà aperta solo dopo la chiusura della prima e rimarrà aperta solo per il tempo necessario allo scarico del rifiuto per richiudersi automaticamente al termine dalla fase di conferimento. Un dispositivo automatico impedirà che le due porte possano trovarsi aperte simultaneamente. Le porte saranno dotate di dispositivi atte a creare uno sbarramento all’aria circostante verso la porta di apertura”.

“Inoltre per il sistema di abbattimento delle emissioni in atmosfera -aggiunge Miglio – è prescritto un aumento del dimensionamento delle torri di lavaggio (i cosiddetti scrubber) e del biofiltro del 20% rispetto a quello che è presente nella relazione di calcolo e un aumento dei moduli del biofiltro da 2 a 3 per le manutenzioni straordinarie. Quest’ultima prescrizione, che si aggiunge ad un dimensionamento eseguito in conformità con la norma tecnica di calcolo, comporterà un maggior onere nella realizzazione dell’impianto a garanzia di un minor rischio nella emissione di odori nauseanti”.

Il primo cittadino conviene, pertanto, con quanto dichiarato dal Presidente del WWF Carlo Fierro, evidenziando che è necessario servirsi di impianti che utilizzano tutti gli accorgimenti che le norme e la tecnologia mettono a disposizione per produrre compost di qualità senza produrre puzza, nella consapevolezza che non si può fare a meno di tali impianti a vantaggio dell’ambiente.

“Grazie alla tecnologia all’avanguardia – conclude Miglio – e alle prescrizioni previste dal Comune saremo in grado di chiudere il ciclo dei rifiuti senza disagi per la popolazione”.

Altri articoli

Back to top button