Comunicati

CONTROLLI SEVERI PERIL RISPETTODELLE NORME DELLA PROPAGANDA ELETTORALE

Nella scorsa tornata elettorale comunale del 2014 furono rilevati casi di mancato rispetto delle norme relative alla disciplina della propaganda elettorale con l’affissione di manifesti al di fuori degli spazi consentiti, ABUSI REPRESSI CON L’EROGAZIONE DI MULTE SALATE DI SVARIATE CENTINAIA DI EURO. Richiamiamo, allora, chi di dovere a questo tipo di controlli che minano la competizione elettorale con abusi inammissibili e che offendono la correttezza della maggior parte di coloro che affiggono propaganda elettorale per conto di partiti, movimenti e singoli candidati. I commi 1, 2 e 3 dell’articolo 1 della legge 4 aprile 1956 n. 212, parlano chiaro. Li riportiamo a beneficio di chi deve applicarli e di chi deve farli applicare. ARTICOLO 1—COMMA 1: <<L’affissione di stampati, giornali murali od altri e di manifesti di propaganda, da parte di partiti o gruppi politici che partecipano alla competizione elettorale con liste di candidati o, nel caso di elezioni a sistema uninominale, da parte dei singoli candidati o dei partiti o dei gruppi politici cui essi appartengono, è effettuata esclusivamente negli appositi spazi a ciò destinati in ogni Comune>>. ARTICOLO 1—COMMA 2: <<L’affissione di stampati, giornali murali od altri e manifesti, inerenti direttamente o indirettamente alla campagna elettorale, o comunque diretti a determinare la scelta elettorale, da parte di chiunque non partecipi alla competizione elettorale ai sensi del comma precedente, è consentita soltanto in appositi spazi, di numero eguale a quelli riservati ai partiti o gruppi politici o candidati che partecipino alla competizione elettorale…>>. ARTICOLO 1—COMMA 3: <<Tra gli stampati, giornali murali od altri e manifesti previsti dai precedenti commi si intendono compresi anche quelli che contengono avvisi di comizi, riunioni o assemblee a scopo elettorale>>. LA LEGGE E’ CHIARA…ORA VA SOLO APPLICATA CON CONTROLLI SEVERI, ANCHE PER EQUANIMITA’ NEI CONFRONTI DI QUANTI IN PASSATO HANNO PROFUMATAMENTE PAGATO MULTE PER ERRORI SIMILI.

DESIO CRISTALLI

Altri articoli

Back to top button