ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

ELIMINATO IL BLOCCO: PERICOLO AUMENTO DELLE TASSE COMUNALI

di DESIO CRISTALLI

E’ la solita storia di sempre! Quando i Cittadini pensano di aver fatto un affare prendono la fregatura! E’ già successo con tutti i Governi nazionali da 30 anni a questa parte e – avrebbe detto l’indimenticabile CORRADO – non finisce qui… La prima Legge di Bilancio del Governo in carica ha eliminato il blocco degli aumenti per i Comuni di IMU, TASI e addizionale comunale IRPEF, per cui già tanti Comuni stanno già procedendo in vista dell’approvazione del bilancio di previsione a rivedere al rialzo le aliquote delle tasse comunali. Stime nazionali parlano già di 6.500 Comuni che potrebbero ricorrere a questi aumenti per le sofferenze delle rispettive casse municipali. Per fortuna noi non siamo ‘dissestati’ e quindi non dovremmo correre questo rischio. Ma noi non vogliamo fidarci a scatola chiusa perché – direbbero i napoletani – quando l’acqua è poca la papera non galleggia. Il Governo gialloverde per finanziare il REDDITO DI CITTADINANZA e QUOTA 100 ha tagliato 564 MILIONI DI EURO ai Comuni che potrebbero rifarsi con l’aumento dei loro tributi IMU, TASI e addizionale IRPEF. Inoltre è stato deciso il mancato ripristino del cosiddetto FONDO DI SOLIDARIETA’ di 516 milioni di EURO. Noi confidiamo che l’attuale maggioranza di Palazzo Celestini (visto che la minoranza voterebbe contro!) non decida di mettere mano ad aumenti e che, in caso di gravi difficoltà, ricorra ad ulteriori tagli di spesa. E’ scontato che un tale errore sarebbe ferale in vista delle elezioni comunali di maggio, come sanno meglio di noi MIGLIO ed alleati tutti. Piuttosto perché tutti i Comuni italiani, attraverso l’ANCI presieduta dal Sindaco Bari, non decidono di scendere in piazza in pompa magna perché il Governo la smetta, come hanno fatto i precedenti, a ‘fingere’ di abbassare le imposte nazionali, a distribuire prebende a piene mani, ben sapendo che i Cittadini pagheranno poi di più in tasse comunali…rimettendoci sistematicamente! La fregatura insomma è sempre dietro l’angolo, perché la politica ormai è quella cosa diabolicache IL POPOLO non riesce più a governare come vorrebbe la Costituzione Italiana. Dalle parti di Piazza Municipio, la coalizione BENE COMUNE rifletta bene prima di fare una sciocchezza del genere e la minoranza vigili attentamente, ciascuno secondo i propri doveri politico-amministrativi, perché ciò non accada. Altrimenti, a furor di Popolo,…CI VEDIAMO A MAGGIO!!!

 

 

 

Altri articoli

Back to top button