ComunicatiEventi

F.I.A.D.D.A. e “NONNO ASCOLTAMI !” PARTNER IMPRESCINDIBILI

Disturbi uditivi, un problema sociale ancora sottovalutato. Una patologia in costante aumento che si combatte innanzitutto con la prevenzione. I disturbi uditivi ormai costituiscono un serio problema medico e sociale, ancora oggi sottovalutato, nonostante ne sia interessato oltre 12% della popolazione italiana, pari a oltre 6 milioni di persone. Sempre più, inoltre, la sordità rappresenta un problema che riguarda anche i giovani.
COME DIFENDERSI DAL RUMORE

Il nemico “numero uno” è l’inquinamento acustico. Gli studi più recenti non fanno altro che confermare che oggi la perdita dell’udito non è più una patologia legata all’età ma colpisce sempre di più i giovani che ascoltano musica ad alto volume in discoteca o con auricolari. Secondo gli esperti la causa più frequente di ipoacusia è l’esposizione al rumore.
PERCHE’ L’UDITO SI DETERIORA?

Ci sono molte ragioni per cui l’udito si deteriora. Forti esplosioni possono causare danni permanenti, così come certe malattie o traumi violenti. Esposizioni prolungate al rumore possono risultare in vario modo dannose nel corso del tempo. Ma la ragione principale risiede nel naturale processo di invecchiamento.
L’IMPORTANZA DELL’UDITO DELLA VITA DI OGGI

Può significare non udire il campanello della porta o il coniuge che vi chiama da un’altra stanza. Può significare anche non cogliere alcune informazioni fondamentali durante una riunione d’affari o evitare di incontrare gli amici per paura di essere “scoperti”. La perdita uditiva può peggiorare la qualità della vita, limitando la capacità di interagire con gli altri, causando malintesi e stanchezza, acuendo lo stress ed escludendo una miriade di esperienze uditive che danno gioia e senso alla vita. Non ultimo, la perdita uditiva può rappresentare un problema per l’incolumità propria e altrui.
L’IMPORTANZA DI ACCETTARE IL PROBLEMA

Il rifiuto è spesso la nostra prima reazione quando si manifestano problemi di salute. Molti trovano difficile accettare il fatto di avere una perdita uditiva. Spesso la persona colpita ritiene che la perdita non sia “talmente grave” da richiedere una cura, o che farsi curare equivalga ad ammettere l’avanzare dell’età e il peggioramento dello stato fisico. Altri si sentono imbarazzati all’idea di portare un apparecchio acustico.                                                                                                         IL FENOMENO DELLA PERDITA UDITIVA
Il fenomeno della perdita uditiva non riguarda solo le persone affette, ma anche tutti coloro che hanno rapporti con esse. Se la persona affetta si sente ansiosa, isolata e depressa, i congiunti dal canto loro proveranno irritazione, frustrazione, rabbia e un senso di impotenza.                         Nonno Ascoltami! è un’ importante campagna di prevenzione gratuita dei problemi dell’udito, appuntamento giunto alla sesta edizione ed ormai diventato un evento di risonanza nazionale.
Questa campagna è nata da un’idea che ha immaginato di legare ad una bellissima ricorrenza, la Festa dei Nonni un momento importante di salute e di prevenzione.
E così, tra la fine di Settembre e l’inizio di Ottobre, per un’intera giornata, grazie alla collaborazione tra 210 volontari, 130 logopedisti, audiometristi, audioprotesisti, 500 in personale volontario coinvolto, nonche’ le istituzioni patrocinanti, in primis il Ministero della Salute e, a seguire, regioni, provincie e comuni, oltre ad enti ed associazioni, sara’ possibile per i cittadini effettuare controlli gratuiti dell’udito in 20 piazze italiane e non solo, poiche’ sono previsti tavole rotonde, consulti con gli esperti, manifestazioni ludiche e musicali per i piu’ giovani, l’animazione per i piu’ piccini.
Questa campagna lancia ogni anno un messaggio forte sull’importanza della prevenzione, soprattutto nel caso dei disturbi uditivi, un problema “annunciato” ma nello stesso tempo incredibilmente sottovalutato che sta lentamente diventando una piaga sociale.
Colpiscono sempre di più e sempre più precocemente. Questi disturbi si sviluppano in modo quasi impercettibile, peggiorando gradualmente: ogni giorno in Italia 30 persone ne sono colpite, arrivando a coinvolgere due persone su tre oltre i 65 anni. E questo soprattutto perché si trascura l’aspetto più importante per la salute che è la prevenzione, quando sarebbe sufficiente un gesto semplicissimo, un veloce controllo.
Lo scopo principale dell’iniziativa “Nonno Ascoltami!”, dunque è proprio quello di avvicinare la sanità alla gente. Il senso della festa, infatti, è che per la prima volta non è il paziente a recarsi nella struttura ospedaliera, ma l’ospedale a scendere in piazza per visitare tutti.
Tutto ciò è reso possibile da un grande sforzo di collaborazione, laddove le strutture pubbliche non riescono a soddisfare la richiesta di salute di tutti i cittadini. In questo senso, quella offerta da partner privati ai presidi ospedalieri è una collaborazione significativa, che in un momento difficile come quello attuale, rappresenta una risorsa irrinunciabile.“Nonno Ascoltami!” rinnova a tutti i nonni (e non solo) l’invito con la prevenzione.
Venite a trovarci nelle venti piazze che quest’anno hanno aderito alla manifestazione in tutta Italia. I medici e gli operatori di “Nonno Ascoltami!” saranno infatti presenti in sette Regioni, Abruzzo, Molise, Puglia, Lazio, Basilicata e quest’anno anche Veneto e Trentino,  per ben quattro domeniche di prevenzione. Si parte domenica 27 settembre nelle piazze di: Giulianova, Lanciano, L’Aquila, Penne e Teramo. Domenica 4 ottobre si proseguirà ad Avezzano, Pescara, Chieti, Termoli e Vasto. E ancora, domenica 11 ottobre saremo a Padova, Bari, Matera, Altamura, Ostuni, Sulmona e San Giovanni Rotondo. Infine, domenica 18 ottobre a Rovereto e Foggia e Albano Laziale. Ed e’ proprio per gli appuntamenti dauni che la F.I.A.D.D.A. Onlus  Sezione Provinciale di Foggia, guidata dal presidente, Prof. Lucio Vigliaroli, coordinato nel direttivo dal Dr. Stefano Villani, dal Prof. Elio Palma e da Leonardo Caccavelli, ha voluto condividere la manifestazione quale partner attivo e di promozione, presenziando con uno stand operativo ed informativo.

Altri articoli

Back to top button