In evidenzaPrima paginaSport

GLI OSTACOLI AL FUTURO DELLA SQUADRA GIALLOGRANATA

Oggi mercoledì 3 Luglio, alle ore 19:00, presso la sede societaria del RICCIARDELLI (nuova palazzina), si è tenuta una Conferenza Stampa per ragguagliare la cittadinanza circa il futuro del sodalizio giallogranata.

Alla Conferenza, trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook della Società, sono stati invitati sia gli organi di stampa, che tutti i cittadini, nonché i tifosi interessati all’avvenire calcistico sanseverese.

A esordire Paolo DELL’ERBA, Patron dell’A.T. SAN SEVERO CALCIO, che dopo avere ringraziato i presenti, ha mostrato chiaramente la volontà di proseguire per offrire le giuste opportunità alla squadra sanseverese. “Dobbiamo innanzitutto dare merito ai giocatori ed al loro impegno”, ha dichiarato, entrando poi nel dettaglio riguardo le problematiche che comporta sia supportare una squadra che un campo di calcio, senza avere adeguati sponsor.
Ma l’ostacolo più rilevante dichiarato è stato quello della presenza di una scrittura privata intercorrente tra L’U.S.D. ALTO TAVOLIERE SAN SEVERO CALCIO ed A.S.D EAGLES SAN SEVERO, una sorta di accordo sancito con lo scopo di affidare il settore giovanile, a fronte della propria rinuncia ai premi di preparazione per i loro giovani calciatori che avessero esordito con la maglia del San Severo Calcio. Dopo un anno tale società ha fatto appello alla giustizia sportiva per ottenere i premi di preparazione ed il San Severo è stato condannato al pagamento in loro favore di euro 31.000, una somma che condiziona fortemente la possibilità di continuare verso il Campionato.

“Il San Severo Calcio ha avuto 10 anni di storia gloriosa, ma la situazione che purtroppo si è prospettata, ostacola la squadra dal proseguire dignitosamente!”, ha puntualizzato
Dino MARINO, Presidente dell’A.T. SAN SEVERO CALCIO.

In conclusione si è rivolto un appello accorato al Sindaco ed all’Amministrazione affinché diano una mano, aiutando una SQUADRA che ha 97 anni di storia e che non merita di fallire.
Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button