Comunicati

IL NUOVO QUESTORE DI FOGGIA E’ PAOLO SIRNA GIA’ STRENUO AVVERSARIO IN SICILIA DI <>

Il dr. PAOLO SIRNA ((nella foto)), siciliano di 55 anni, sarà dal prossimo 10 giugno Questore di Foggia, in sostituzione del dr. MARIO DELLA CIOPPA, destinato, dopo 22 mesi di permanenza in Capitanata, a dirigere la Questura di Catania.Il nostro neo-Questore guiderà in Capitanata, oltre alla Questura del capoluogo, i Commissariati di SAN SEVERO, Cerignola, Manfredonia e Lucera, l’autocentro della Polizia, la Polposta, la Polfer e la Polstrada con 3 Distaccamenti. Il primo incarico da Questore SIRNA l’ebbe a Matera dove operò dal settembre 2015 all’agosto 2018, allorchè fu destinato a dirigere il Compartimento della Polizia Ferroviaria di Puglia, Basilicata e Molise. In Capitanata, seconda provincia come grandezza d’Italia, dovrà guidare 850 poliziotti ed impiegati civili. Nel suo curriculum figurano importantissimi incarichi, come quello svolto in Sicilia, la sua regione, contro “COSA NOSTRA”. Il Questore che parte, cioè DELLA CIOPPA, in 22 mesi in provincia di Foggia ha inanellato importanti risultati, facendo diminuire i reati in genere e guidando importanti blitz sul Gargano, nel capoluogo provinciale e in tutto l’Alto e il Basso Tavoliere. Al neo-Questore SIRNA il benvenuto tra noi della ‘Gazzetta’ e l’augurio di una permanenza degna del suo blasone professionale, al Questore che parte, invece, il grazie delle nostre testate (cartacea e on line) per quanto ha fatto tra noi con l’auspicio sincero di altri successi professionali.

Ed ecco il saluto del Presidente della Provincia di Foggia, NICOLA GATTA, ai due Questori SIRNA e DELLA CIOPPA: <<Un caloroso saluto, personale ed istituzionale, al Questore MARIO DELLA CIOPPA che, con grande professionalità ed impegno non comune, ha ottenuto importanti risultati nella lotta al crimine organizzato e non, garantendo sul territorio provinciale sicurezza e legalità. A nome della Provincia esprimo un caloroso benvenuto al neo-Questore PAOLO SIRNA, cui non mancherà la collaborazione dell’Ente che mi pregio di rappresentare. L’auspicio è di poter profondere tutte le energie necessarie per la crescita di un sempre più diffuso senso della legalità e dare così un sano ed equilibrato sviluppo alla

Altri articoli

Back to top button