ComunicatiIn evidenza

IL PROCESSO PERILLO FORSE NON E’ ANCORA FINITO

L’Editoriale di DESIO CRISTALLI

L’omicidio di ROBERTA PERILLO ha sconcertato l’opinione pubblica di San Severo e, da quel che abbiamo verificato, soprattutto il mondo giovanile di casa nostra. Ovviamente è un delitto non paragonabile a quelli che da tanto tempo vengono commessi da queste parti e che, quasi sempre, nascono da regolamenti di conti tra nemici giurati di ben individuati ambienti cittadini. Qui invece ci troviamo di fronte ad un caso di morte violenta dovuto ad un amore malato, una di quelle storie di amore e morte che da sempre appassionano la fantasia popolare e, di conseguenza, il mondo dell’informazione. E’ molto probabile, quasi certo, che alla luce delle dichiarazioni post sentenza di primo grado il processo vivrà altri capitoli. Il papà di ROBERTA ha dichiarato che andrà fino in fondo perché sia fatta una giustizia diversa e più piena. Ma anche le perplessità dei patroni di parte civile sono un chiaro segnale in questo senso. Hanno parlato di PENA INADEGUATA, ritenendo i 23 anni e 8 mesi inadatti a rispecchiare appieno quel che è successo in quel tragico 11 luglio 2019. Naturalmente una parola definitiva per la prosecuzione del processo ci sarà solo dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza di primo grado, cioè entro i 90 giorni preannunciati (cioè entro fine luglio). Naturalmente se questo eclatante caso giudiziario approderà al secondo grado di giudizio l’opinione pubblica riprenderà, molto probabilmente ancora più di prima, ad appassionarsi ad una delle storie più eclatanti e tenebrose della storia locale. E’ cosa certa che il mondo dei giovani di San Severo e non solo, forse anche prima delle dichiarazioni dei legali di parte civile, ha ritenuto la sentenza di primo grado non adeguata ai fatti e a tutto ciò che è emerso nelle udienze penali di questi ultimi due anni e mezzo. I margini di impugnazione delle parti civili sono alquanto limitati ma sembra quasi certo che da loro partiranno, appena rese note le motivazioni della prima sentenza, altre iniziative giudiziarie per far proseguire questo processo verso una sentenza chissà quando definitiva, cioè passata in giudicato.

Altri articoli

Back to top button