CronacaIn evidenzaPrima pagina

Indagine “ARES” rimesso in libertà Carmine Bevilacqua

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Stimatissimo direttore,
mi preme segnalare alla Vostra testata che altro indagato, Bevilacqua Carmine (classe ‘88), coinvolto nell’indagine Ares e colpito originariamente dalla misura della custodia cautelare in carcere, è stato rimesso quest’oggi in libertà. La decisione è stata adottata dal tribunale della libertà di Campobasso, in quanto a seguito della declaratoria di incompetenza del Gip di Bari per la posizione di questo indagato, avendo ritenuto competente il Gip di Larino, il Bevilacqua era stato colpito, ex art. 27 c.p.p., da nuova ordinanza da parte del Giudice molisano. Ebbene, il tribunale del riesame, accogliendo le osservazioni difensive, ha annullato l’ordinanza custodiale disponendo la completa rimessione in libertà del prevenuto, ritenendo l’assoluta carenza di motivazione e soprattutto la mancanza di autonoma valutazione per la posizione specifica. In sostanza, come molte volte succede nei c.d. maxi processi, il Bevilacqua è caduto nella rete della giustizia, senza che la sua posizione fosse stata valutata con dovizia da parte del giudice della cautela.
Con l’occasione invio a Lei e alla redazione, oltre che al pregiato editore, i miei cordiali saluti, rinnovando gli auguri di buon lavoro, nell’interesse anche dei numerosi lettori che quotidianamente seguono la Vostra testata.”
Ettore Censano

Altri articoli

Back to top button