Comunicati

INIZIATIVA ECCLESIALE DI PREGHIERAED AUSPICI PER UNA CITTA’ MIGLIORE

Per iniziativa di don NICO d’AMICIS ed il suo EPICENTRO GIOVANILE, della Caritas DIOCESANA guidata da don ANDREA PUPILLA e della Parrocchia “SACRA FAMIGLIA” guidata da don ENZO BORRINO si è tenuta, lunedì 27 febbraio scorso, un incontro ecclesiale di preghiera e di buoni auspici perché SAN SEVERO possa superare il grave momento dell’ordine e della sicurezza pubblica e possa aspirare ad un avvenire migliore e di più civile convivenza. L’evento è stato presieduto e guidato da don d’AMICIS ed è stato commentato magnificamente da un coro di giovani che hanno cantato inni sacri e, prima del commiato, “CHE SIA BENEDETTA”, quel significativo inno alla vita che FIORELLA MANNOIA ha portato al 2° posto all’ultimo Festival di Sanremo. L’Amministrazione Comunale è stata rappresentata dagli Assessori MICHELE del SORDO e SIMONA VENDITTI e dai Consiglieri comunali di maggioranza GIGI DAMONE e FELICE COTA. La nostra GAZZETTA è stata rappresentata nell’occasione dall’Editore ANTONIO SALES e dal Direttore DESIO CRISTALLI. Il tema dell’evento ecclesiale, esteso alla Cittadinanza di buona volontà, aveva come tema LA CITTA’ SFIDATA DALLA CRIMINALITA’, cioè il titolo dell’Editoriale di prima pagina della nostra Gazzetta dello scorso 25 febbraio. Dopo una chiara introduzione sul tema di don d’AMICIS, ha preso la parola il concittadino ENRICO SPALLONE, titolare della tabaccheria di Via Guareschi che ha deciso di chiudere definitivamente i battenti dopo l’ennesima rapina ed un altro ‘saccheggio’ notturno (con notevoli danni economici). SPALLONE ha informato il pubblico intervenuto (numericamente valutabile intorno a 120 unità e dunque non certo quello atteso dagli organizzatori…!!!)sui fatti e sullo sconforto che ha colto lui e la famiglia, dichiarandosi anche disposto a perdonare cristianamente i suoi ‘assalitori’ ma se vi fosse un loro sincero pentimento. Si sperava in una partecipazione di delegazioni dell’associazionismo cittadino, rappresentato unicamente da CLAUDIO COZZOLI, Presidente dell’associazione AGORA’ degli ambulanti di Piazza Allegato. Presente invece una delegazione delle GUARDIE AMBIENTALI sanseveresi. E’ stato annunciato che il ricavato della questua effettuata nella Chiesa ospitante di Via Padre Matteo da Agnone verrà destinato ad alcune delle recenti vittime di rapine.

Il nostro commento all’evento è questo. Scarsa rappresentanza politico-amministrativa locale di maggioranza e azzerata quella dell’opposizione (il Comune poteva inviare il Gonfalone scortato da due agenti di Polizia Municipale, per significare che la Città era <<PRESENTE>>…), poca presenza di Cittadini, associazionismo decisamente bocciato (soprattutto delegazioni di associazioni e sindacati dei commercianti locali, cioè i più esposti quotidianamente alle folate criminali!) e solo una appena discreta presenza di giovani dell’associazionismo cattolico e delle Scuole di casa nostra. Forse si poteva spostare la data di un altro paio di giorni per una migliore pubblicizzazione del pur importante convegno di uomini di buona volontà di questa terra da anni martoriata dalla delinquenza. Ma gli organizzatori vanno comunque lodati per l’iniziativa che, tutto sommato, risveglia la volontà di opporsi alla criminalità di larghe frange di giovani sanseveresi decisi a lottare per costruirsi un avvenire migliore.

LA REDAZIONE

 

 

 

Altri articoli

Back to top button