Comunicati

La Consulta delle Associazioni: un incubatore di azioni ed iniziative.

Dando seguito a quanto scaturito dalla prima assemblea pubblica, la “Consulta delle associazioni di San Severo” ha da tempo rivolto l’invito alle associazioni ed
​ ai cittadini per partecipare alla costituzione di gruppi di progettazione e di fattibilta’ per  offrire il contributo di idee e di azione.

La Consulta è diventata, cosi, un laboratorio per la Rigenerazione urbana, economica e sociale, con la partecipazione diretta della cittadinanza e delle associazioni. La sua sede ubicata all’interno del bellissimo Palazzo dei Celestini,  è diventata  “la casa” della Città e del territorio.

Un luogo dove i cittadini e le associazioni raccontano San Severo attraverso le loro storie, le loro idee, la loro visione del futuro e di quella sede vista come un luogo vivo ed interattivo. Una piattaforma di progettazione partecipata, dove costruire la città e il suo territorio. La Consulta si propone, pertanto, come un incubatore di azioni ed iniziative.

Sono state costituite  4 commissioni:

•           Qualità ambiente e vivibilità della città. Progetto  “Viabilità ed ambiente”;

•           Integrazione di quartieri periferici. Progetto “Quartiere in movimento”;

•           Centro di ascolto per immigrati;

•           Interventi a favore delle fasce deboli (anziani, bambini, disabili mentali e fisici)

Ad oggi, circa 40 associazioni hanno partecipato alle riunioni e a breve le diverse proposte saranno consegnate alle Istituzioni e all’amministrazione comunale. “La collegialita’, come metodo di lavoro, dovra’ ispirare ogni nostra iniziativa – ha evidenziato il presidente della Consulta, Zelinda Rinaldi  – Essendo solo un organo consultivo,  non siamo in grado  di promettere nulla, se non di offrire il massimo del nostro impegno, tipico del volontariato, oltre al contributo per il potenziamento delle attività promozionali e di alto livello, di lavorare per la realizzazione di iniziative, eventi culturali e formativi sul territorio, di raccordarci, in un continuo confronto dialettico con le Istituzioni, conservando, comunque, la nostra l’autonomia.
Non possiamo permetterci, oggi, di essere soggetti passivi di ciò che potrebbe esserci attribuito dall’alto, ma cittadini attivi, in una comunuta’ attiva”.

IL DIRETTIVO DELLA CONSULTA

San Severo lì, 29 aprile 2016

Altri articoli

Back to top button