ComunicatiIn evidenza

LA TRIADE EMILIANO-MIGLIO-DAMONE IN UN ANNO HA DISTRUTTO TUTTO QUEL CHE SI POTEVA DISTRUGGERE!

di CIRO PERSIANO, GIÁ CONSIGLIERE COMUNALE E CANDIDATO ALLA REGIONE PUGLIA

Caro Direttore, Lei, come al solito, ha lanciato una bella sfida! Eh sì, perchè invitandoci ad esprimere un’opinione su un anno di amministrazione Miglio, di fatto, ci invita a parlare del NULLA COSMICO, cosa non semplice! Ma, nonostante tutto, cercherò di esprimere alcune considerazioni personali che vanno distinte tra quelle di carattere amministrativo e quelle prettamente politiche.

Dal punto di vista amministrativo la TRIADE EMILIANO-MIGLIO-DAMONE è stata capace, in meno di un anno, di distruggere tutto ciò che si poteva distruggere. A partire dalla MACCHINA AMMINISTRATIVA, cuore pulsante di un’amministrazione. Un’improvvisata e sciagurata gestione del personale, carente di obiettivi e programmazione, caratterizzata esclusivamente da continui spostamenti di personale fatti secondo necessitá, SPESSO SOLO POLITICA, ha portato all’attuale situazione di confusione e lassismo culminata con gli ultimi scontri violenti avuti con le Organizzazioni Sindacali che non vengono neanche ricevute! E quando il motore non va e, soprattutto, non si conosce la strada, dove si può andare se non a sbattere? 

E da qui si potrebbe far partire un ELENCO INTERMINABILE DI COSE NON FATTE, FATTE A META’ O FATTE MALE. Lavori di Rigenerazione Urbana sospesi non si sa per quale motivo che ancora attendono di essere terminati nonostante la buona volontà di alcuni dipendenti comunali. Su Via Foggia ancora non si riesce a fare la pista ciclabile e il definitivo, conseguenziale, rifacimento della strada. Si viaggia ballando e rompendo le auto perché i tombini delle acque sono alti almeno 4/5 centimetri più del manto stradale; il mercato coperto di Porta San Marco i cui lavori sono sottoposti ad uno stop and go continuo, chissà perché…; la pista di atletica di via Fortore mai terminata; la seconda palazzina della Biblioteca Comunale a Largo Sanità che sta cadendo a pezzi e non viene terminata; la casa alloggio per anziani di Via Fraccacreta bloccata; il secondo piano dell’Edificio San Benedetto mai consegnato…e potrei continuare ancora a lungo, ma non voglio tediare i Lettori. Da premettere, sia chiaro, che per queste opere pubbliche l’Amministrazione precedente aveva lasciato soldi e progetti ed aveva avviato tutti i lavori. Bisognava solo terminare!

E se un’amministrazione non è capace di portare a termine progettualità già partite che dovevano solo esser terminate può mai essere capace di programmare? Di avere nuove idee? Di far partire nuove iniziative??? Certo che no!!!! E da qui il programma amministrativo copiato che ha fatto ricevere al nostro caro Sindaco un bel provolone da STRISCIA LA NOTIZIA, la ridicola iniziativa dell’Operazione Casco mai partita (era una tale bischerata che se partiva sarebbe stato peggio!), i finti forum su decisioni già ampiamente prese a cui non ha mai partecipato nessuno, le decine di consulenze per soddisfare e mantenere gli equilibri politici, l’incapacità di gestire il problema di alcuni lavoratori del verde pubblico, il finto bilancio partecipato (ma da chi??), il commissariamento della Regione per la mancata approvazione del regolamento dell’ARO, la rinuncia di finanziamenti europei già stanziati ed assegnati a San Severo per un impianto di compostaggio, il mancato controllo e la mancata presa di posizione per lo scempio che si sta perpetrando all’interno del nostro cimitero con delle costruzioni di loculi di alcune confraternite, etc., etc., etc…IN MENO DI UN ANNO!

vogliamo parlare, caro Direttore, di Cultura? Del nostro Teatro? Diceva qualcuno che non ci può essere nessun tipo di sviluppo per una comunità se prima di tutto non vi è uno sviluppo culturale. Bene…peggio che andar di notte! Il nostro Teatro Comunale ha ben 5, dico cinque, DIRETTORI ARTISTICI. Neanche la Scala di Milano! Una ridicola operazione di equilibri politici che mai dovrebbe entrare in quel settore proprio perché così delicato! Cinque Direttori senza alcun curriculum e senza alcuna preparazione (almeno 4 su 5) che dovrebbero gestire e programmare le attività del nostro glorioso Teatro Verdi. Avremo, penserà qualcuno, una mega programmazione!!!!!! Macchè! Le solite patacche del Teatro Pubblico Pugliese condite da una banda di paese che cambiandosi d’abito fa uno spettacolo al mese presentandosi ogni volta con un nome diverso! Sembra un film di Totò! Ci sarebbe infatti da ridere se non fosse  che c’è da piangere a pensare a quel che era e rappresentava il nostro Teatro Verdi! Però una cosa positiva c’è: BIGLIETTI GRATIS PER IL TEATRO A TUTTI GLI AMICI E AGLI AMICI DEGLI AMICI!

Non voglio dilungarmi ancora a lungo sulla parte amministrativa, ma ce ne sarebbero ancora di cose da dire e svelare! Come, ad esempio, ritengo ormai inutile affrontare il discorso legato alla sicurezza in città visto che ormai è palese agli occhi dei cittadini che dovranno arrangiarsi da soliInveire su Emiliano e sull’Assessorato che ha gestito per un anno sarebbe come sparare sulla Croce Rossa!

Ma veniamo alla parte politica. La “famiglia” Damone, dopo aver tentato col centrodestra – senza esserci riuscita – di posizionare sullo scranno più alto della città una “testa di paglia” al loro servizio, ci riesce, invece, sposando la “famiglia” Miglio e, soprattutto, beneficiando delle divisioni e dello sfaldamento del centrodestra e del centrosinistra. E così, inaspettatamente, si ritrovano a Palazzo Celestini insieme ad un mucchietto di Consiglieri Comunali, per la maggior parte muti e incoscienti. La vicinanza ad Emiliano e il colpo di fortuna (sempre grazie alle divisioni del centrodestra) dell’elezione di Miglio a presidente della Provincia completano un triste quadro per la nostra città e per l’intera provincia. Tutte le energie, infatti, sono state impegnate per portare Emiliano alla Presidenza della Regione e il Damone figlio in Consiglio Regionale. Il tutto nell’indifferenza e nel menefreghismo totale nei confronti delle problematiche dei cittadini e del territorio. I sanseveresi, però, LI PUOI FAR FESSI UNA VOLTA, non due! E infatti l’operazione è riuscita a metà visto che Emiliano è stato eletto, ma qualcun altro è rimasto al palo! Ma i nostri eroi, caro Direttore, non si scoraggiano e approfittano dell’occasione di avere sotto controllo una maggioranza muta e quindi la gestione indisturbata del Comune. E così si lanciano nell’imprenditoria! Infatti in un anno le uniche proposte vere e importanti che si registrano sono la realizzazione di un Centro Commerciale, quella (fresca fresca) di un impianto di trattamento per la frazione organica dei rifiuti e la follia del rifacimento di Corso Garibaldi e dintorniSi vorrebbe realizzare un Centro Commerciale in un momento storico in cui tutta la grande distribuzione è in crisi. In un momento in cui colossi come Auchan e simili stanno licenziando e mettendo personale in mobilità. Lo si vorrebbe realizzare ben consapevoli che in questo momento di crisi sarebbe un colpo mortale per le piccole attività commerciali della città e, infine, lo si vorrebbe realizzare in un sito scomodo, distante dalla città ed isolato! Perché??????? Chi ci guadagna? La città??? Mah…. Si vorrebbe realizzare un impianto di trattamentoPRIVATO, rinunciando e mandando indietro milioni di euro già assegnati a San Severo per la realizzazione di un impianto simile a controllo PUBBLICO. Perché????? Chi ci guadagna?? La città??? Mah…. Con chilometri di strade cittadine invase da buche e voragini si vorrebbe realizzare il rifacimento di Corso Garibaldi e dintorni (che non è messo così male) non attraverso dei finanziamenti europei o regionali come normalmente si fa, ma, addirittura, accendendo un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. Il che significa mettendo le mani nelle tasche dei sanseveresi. Perché???? Chi ci guadagna?? La città??? Mah…

Tutto questo in un solo anno, caro Direttore! Purtroppo per loro il re è già nudo e la città lo vede bene! Nonostante le continue e quotidiane operazioni di maquillage che una parte di pseudo-stampa prezzolata attua. Ma nulla si può contro l’evidenza! Possiamo, quindi, immaginare cosa ci aspetta nei prossimi quattro se dovessero arrivare fino alla fine del mandato! L’unica speranza per i sanseveresi è rappresentata da tanti Consiglieri Comunali “perbene” che pur ci sono e che sostengono questa che, secondo me, è LA PEGGIORE AMMINISTRAZIONE DI TUTTI I TEMPI! Solo un loro risveglio dal mutismo e corporativismo che li caratterizza potrebbe porre fine per tempo ad uno SCEMPIO che perpetrato negli anni potrebbe portare la nostra città in un baratro senza ritorno. Ma per far questo ci vogliono senso di responsabilità, senso civiconessun interesse personale e tanto coraggio! Alcuni segnali importanti ci sono….speriamo bene! Noi, dal canto nostro, nel cercare di ricostruire un centrodestra moderno, più giovane , più unito e propositivo che possa riconquistare la fiducia persa dei cittadini continueremo ad esser attenti osservatori della cosa pubblica denunciando alla città tutto ciò che riterremo inopportuno e indegno. A loro il compito di governare, a noi quello di controllare e denunciare. Non alla magistratura come costoro erano abituati a fare, ma al POPOLO SOVRANO vero giudice!

1469884_10204400501524885_1747129085265755409_n

Altri articoli

Back to top button