ComunicatiIn evidenza

L’ADDIO AD UN PROTAGONISTA DELLA RINASCITA E DELLO SVILUPPO ECONOMICO DI CAPITANATA

Il prof. ANTONIO dell’AQUILA si è spento il 9 ottobre scorso a Foggia.Aveva 91 anni. Ma la sua luce ha brillato sino allo scorso mese di aprile quando ha partecipato, come ospite d’onore, alla 7^ GIORNATA DEI PERITI AGRARI della nostra provincia,tenutasi presso l’Istituto “M. DI SANGRO” di San Severo. In quel convegno, il prof. ROMOLO MOLLICA(Presidente del Collegio dei Periti Agrari di Capitanata) ha svolto un intervento sul tema “Il contributo tecnico-professionale e legislativo del prof. ANTONIO dell’AQUILA”.Un giusto e meritato tributo ad una personalità che ha dedicato la propria esistenza, con competenza e passione, alla rinascita e allo sviluppo economico della Capitanata, della Puglia e del Mezzogiorno. Per tutta la seconda metà del ‘900,il Preside dell’AQUILA, è stato protagonista e punto di riferimento politico e istituzionale per la ricerca e innovazione nel mondo dell’Agricoltura.Dal 1962 al 1993 è stato Consigliere Comunale di San Severo dove ha ricoperto più volte l’incarico di Assessore all’Agricolturae allo Sviluppo Economico E’ stato componente del Consiglio Provinciale di Foggia, eletto nel Collegio di San Severo, dal 1985 al 1990.Ha costituito il CONSORZIO PER LA VALORIZZAZIONE E LA TUTELA DEL VINO “SAN SEVERO”, del quale è stato per più anni stimato Presidente; ha predisposto il 1°disciplinare d’Italia della Denominazione d’Origine Controllata “dell’Olio vergine ed extravergine di oliva dell’Alto Tavoliere di Puglia”. E’ stato soprattutto indimenticatoConsigliere Regionale della Puglia nella II e III legislatura, con l’incarico di Vicepresidente della Commissione Agricoltura-Sviluppo Economico; proponente e relatore di numerose leggi del comparto agricolo, TUTTE APPROVATE ALL’UNANIMITÀ.Il riconoscimento del suo lavoro anche da parte di altre componenti politiche e sociali era una costante dell’operato di un uomo che pure era noto per la sua forte e convinta adesione al PCI.Ricordiamo che ANTONIO dell’AQUILA scelse, giovanissimo militare, di far parte della guerra di Liberazione nel 1944-45.Maturò, in quei drammatici anni, l’impegno politico insieme ad altri giovani intellettuali sanseveresi nel Partito Comunista di TOGLIATTI e ALLEGATOper costruire la via italiana al Socialismo nel solco della Democrazia e della Costituzione. Fu Professore benvoluto dai suoi allievi e saggio Preside dell’Istituto Agrario di Foggia. Per la sua sobrietà e umanità seppe farsi stimare da tantissimi braccianti e operatori agricoli ai quali dedicava generosamente molto del suo tempo per far valere i loro diritti e la dignità di un lavoro che ha portato sviluppo e benessere alla Capitanata dal dopo-guerra in poi. ADDIO PROF. dell’AQUILA, LA TERRA CHE HAI TANTO AMATO TI SIA LIEVE.

MICHELE MONACO

Altri articoli

Back to top button